Strage 7 ottobre 2023, ecco come Hamas ha ingannato Israele

(Adnkronos) – Una strategia chiara basata sulla dissimulazione delle proprie reali intenzioni. Le migliaia di miliziani di Hamas che lo scorso 7 ottobre hanno fatto strage in Israele, uccidendo circa 1.200 persone, hanno seguito un piano ben preciso e basato sul far credere che dalla Striscia di Gaza non sarebbero più arrivati pericoli su larga scala per lo Stato ebraico. "Hamas ha cullato Israele in un falso senso di calma", scrive il Washington Post, spiegando, a due mesi dal massacro, come sia stato possibile che i vertici degli apparati di intelligence e militari israeliani siano rimasti completamente spiazzati dall'azione del gruppo palestinese. Ufficiali dell'intelligence israeliana, citati dal quotidiano Usa di area conservatrice, hanno sostenuto in un briefing che Hamas abbia trascorso anni a pianificare il suo assalto a Israele, elaborando piani di battaglia basati su materiali open source e intelligence di alto livello. Secondo il giornale, infatti, la sofisticatezza dell'attacco e l'evidenza di una pianificazione strategica a lungo termine hanno messo in evidenza da una parte la capacità dell'apparato di intelligence di Hamas e, dall'altra, l'autocompiacimento della tanto decantata sicurezza dello Stato israeliano. Anche il luogo dove si è tenuto il briefing a cui il Washington Post ha partecipato è significativo: il quartier generale di Amshat, un'unità dell'intelligence precedentemente incaricata di raccogliere documenti e altro materiale tecnico rilevante per la guerra, poi smantellata cinque anni fa e infine riattivata in tutta fretta dopo i fatti del 7 ottobre. "Israele, in sostanza, aveva deciso che la guerra era finita", ha detto una persona che ha familiarità con l'unità, parlando a condizione di anonimato. 
Per anni Hamas aveva fatto credere a Israele di essere più interessata a una crescita economica della Striscia che a una ripresa del conflitto. Nel 2021, ad esempio, si era astenuta dal lanciare razzi contro Israele, rimanendo in disparte mentre la Jihad islamica palestinese scatenava un conflitto di breve durata con Tel Aviv. Funzionari di Hamas avevano persino fornito a Israele informazioni sulla Jihad Islamica per rafforzare l'impressione che fossero interessati a collaborare. E invece, come è stato dimostrato, molti dei 3mila combattenti che hanno preso d'assalto Israele avevano con loro mappe dettagliate delle basi militari, piani di battaglia con istruzioni specifiche, alcuni dei quali prevedevano di colpire basi militari a nord fino a Rehovot e a est fino a Beersheva, così come due punti – nome in codice punti 103 e 106 – nelle acque del Mar Mediterraneo. Non è chiaro se l'obiettivo fossero gli impianti per la produzione di gas naturale offshore. Tuttavia nell'esercito israeliano ci sono stati analisti che da tempo avvertivano che Hamas stava lavorando a un'infiltrazione senza precedenti via terra, aria e mare. Alcuni di loro avevano messo in guardia da mesi, in alcuni casi da più di un anno, che i militanti islamisti non stavano semplicemente effettuando esercitazioni oltre il confine di Gaza, come avevano affermato molti leader delle Idf, ma stavano preparando attivamente la loro più grande operazione militare mai vista. Un documento delle Idf – nome in codice 'Muro di Gerico', composto da più di 30 pagine – venne presentato nel maggio 2022 ad Aharon Haliva, il capo dell'intelligence delle Idf, e a Eliezer Toledano, il capo del comando meridionale delle forze israeliane, secondo quanto riferito dal Nyt. Il dossier non specificava una data per l'attacco, ma metteva in guardia da un possibile assalto di sabato o in occasione di una festività ebraica, quando meno soldati sarebbero stati a guardia del confine. Ad aprile poi alcune unità dell'esercito aveva emesso un allarme interno sul rischio infiltrazione di Hamas con centinaia di militanti nei kibbutz vicino alla Striscia di Gaza. Ad agosto, settimane prima dell'attacco, nuove informazioni di intelligence indicavano un attacco imminente. Sempre negli ultimi mesi, poi, erano state organizzate grandi manifestazioni presso la barriera di Gaza per abituare i militari israeliani alla vista di folle al confine e, più in generale, "per cullare Israele nell'autocompiacimento", ha detto Miri Eisin, ex dirigente dell'intelligence delle Idf.  Secondo Eisin, "c'erano piani presi molto sul serio: ma erano al nord, con Hezbollah". Gli avvertimenti erano stati tutti ignorati e le comunità sul lato israeliano del confine non sono mai state informate. "Pensare che ci fossero informazioni e che non ci sono state comunicate è più di una svista, è un tradimento – ha detto Rami Samuel, uno degli organizzatori del Nova Music Festival – Una svista non può costare la vita a 1.200 persone". —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

LA MACCHINA CHE FUNZIONA DA SÉ (IVAN ILLICH E IL VASO DI PANDORA)

di Francesco Monico “La nostra società assomiglia a quella macchina insuperabile che ho visto una volta a New York in un negozio di giocattoli. Era uno scrigno metallico, che, premendo un pulsante, si apriva per mostrare una mano meccanica le cui dita cromate si...

POLIS, RIMINI, FASHION INSOSTENIBILE

LA REDAZIONE DI POLIS A RIMINI PER ECOMONDOL’industria del tessile, oggi per come è, non è sostenibile, inquina e consuma troppo, produce scarti che non si riciclano e ha generato una macchina del consumo che aumenta ogni anno di più i beni prodotti e distribuiti. E...

LA POLITICA DEL CARCIOFO, AL CONTRARIO

di Diego Castagno Torino è di nuovo la capitale dell’auto. Stavolta della rottamazione, del riciclo e del recupero. E Mirafiori è di nuovo il simbolo della nuova industria green e circolare. Comunque la si possa pensare. E anticipa una tendenza che potrebbe essere del...

Agevolazioni fiscali per chi rientra dall’estero

Il requisito della residenza fiscale Il TUIR, “Testo unico delle imposte sui redditi”, all’articolo 2, comma 2, considera residenti in Italia le persone fisiche che per la maggior parte del periodo d’imposta, (183 giorni o 184 giorni se l'anno è...

FRITTATA DI MACCHERONI

La cucina Napoletana a cura di Fabrizia Cusani INGREDIENTI 400 g di spaghetti di grano duro 500-600 g di pomodori da sugo 4 uova2 spicchi di aglio2 cucchiai di parmigiano olio extravergine di oliva sale PREPARAZIONE In una padella fate rosolare 2 spicchi di aglio...

SPEZZATINO DI CONIGLIO CON LE CASTAGNE

LA CUCINA TRADIZIONALE DELLA TUSCIA 1,5 kg di coniglio spellato500 g di castagne1 cipolla1 carota1 costa di sedano2 foglie di salvia1 rametto di rosmarinofiori di finocchio selvaticobrodo di carnevinoolio extravergine di olivasale e pepe INGREDIENTI (PER 6 PERSONE)...

TRIPPA ALLA PAPALINA

Di Mario Pacelli INGREDIENTI (PER 4-6 PERSONE) 1 kg di trippa già cotta400 g di pomodori pelati1 spicchio di aglio1 cipolla1 costa di sedano1 carotamenta romanapeperoncinoolio extravergine di oliva sale PREPARAZIONE Acquistate la trippa già cotta e pulita,...

PASTA E CECI

Di FABRIZIA CUSANI INGREDIENTI 200 g di tagliatelle all’uovo spezzettate 400 g di ceci secchi di Onano5 spicchi di aglio2 rametti di rosmarino parmigiano grattugiato2 peperoncini bicarbonatoolio extravergine di oliva Olio Felicesale PREPARAZIONE Mettete a bagno i ceci...

Corsi Universitari Online

E’ in corso di perfezionamento un accordo tra LA DUMAX SA, per conto delle nostre sedi di PATRONATO SUDAMERICA e la IUL, Università Telematica degli Studi. L’Università Telematica degli Studi IUL è un ateneo online che rilascia titoli riconosciuti dal MUR (Ministero...

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

leggi tutto

POLIS, RIMINI, FASHION INSOSTENIBILE

LA REDAZIONE DI POLIS A RIMINI PER ECOMONDOL’industria del tessile, oggi per come è, non è sostenibile, inquina e consuma troppo, produce scarti che non si riciclano e ha generato una macchina del consumo che aumenta ogni anno di più i beni prodotti e distribuiti. E...

leggi tutto

LA POLITICA DEL CARCIOFO, AL CONTRARIO

di Diego Castagno Torino è di nuovo la capitale dell’auto. Stavolta della rottamazione, del riciclo e del recupero. E Mirafiori è di nuovo il simbolo della nuova industria green e circolare. Comunque la si possa pensare. E anticipa una tendenza che potrebbe essere del...

leggi tutto

Agevolazioni fiscali per chi rientra dall’estero

Il requisito della residenza fiscale Il TUIR, “Testo unico delle imposte sui redditi”, all’articolo 2, comma 2, considera residenti in Italia le persone fisiche che per la maggior parte del periodo d’imposta, (183 giorni o 184 giorni se l'anno è...

leggi tutto

FRITTATA DI MACCHERONI

La cucina Napoletana a cura di Fabrizia Cusani INGREDIENTI 400 g di spaghetti di grano duro 500-600 g di pomodori da sugo 4 uova2 spicchi di aglio2 cucchiai di parmigiano olio extravergine di oliva sale PREPARAZIONE In una padella fate rosolare 2 spicchi di aglio...

leggi tutto

SPEZZATINO DI CONIGLIO CON LE CASTAGNE

LA CUCINA TRADIZIONALE DELLA TUSCIA 1,5 kg di coniglio spellato500 g di castagne1 cipolla1 carota1 costa di sedano2 foglie di salvia1 rametto di rosmarinofiori di finocchio selvaticobrodo di carnevinoolio extravergine di olivasale e pepe INGREDIENTI (PER 6 PERSONE)...

leggi tutto

TRIPPA ALLA PAPALINA

Di Mario Pacelli INGREDIENTI (PER 4-6 PERSONE) 1 kg di trippa già cotta400 g di pomodori pelati1 spicchio di aglio1 cipolla1 costa di sedano1 carotamenta romanapeperoncinoolio extravergine di oliva sale PREPARAZIONE Acquistate la trippa già cotta e pulita,...

leggi tutto

PASTA E CECI

Di FABRIZIA CUSANI INGREDIENTI 200 g di tagliatelle all’uovo spezzettate 400 g di ceci secchi di Onano5 spicchi di aglio2 rametti di rosmarino parmigiano grattugiato2 peperoncini bicarbonatoolio extravergine di oliva Olio Felicesale PREPARAZIONE Mettete a bagno i ceci...

leggi tutto

Corsi Universitari Online

E’ in corso di perfezionamento un accordo tra LA DUMAX SA, per conto delle nostre sedi di PATRONATO SUDAMERICA e la IUL, Università Telematica degli Studi. L’Università Telematica degli Studi IUL è un ateneo online che rilascia titoli riconosciuti dal MUR (Ministero...

leggi tutto

Italiani in Sud America. 

Francesca de Natale: “per i diritti dei Residenti Italiani”  In America del Sud si portano avanti i progetti annunciati in campagna elettorale.              Dando seguito a quanto auspicato in campagna...

leggi tutto

Corsa all’oro e blue jeans: 170 anni di dollari

di Marco Nese Negli Stati Uniti ci sono strade leggendarie. La Route 49 è una di queste. Serpeggia tortuosa lungo la base della Sierra Nevada, in mezzo a boschi e laghetti (in America le strade con numeri dispari corrono sulla direttrice nord-sud, mentre quelle...

leggi tutto

Per un Manifesto Culturale della Space Economy

DI MARCO PANELLA Immaginate lo stupore.Siamo nel 1958, l’Italia del boom economico è in movimento, sono passati solo pochi mesi da quando i russi hanno mandato in orbita lo Sputnik I e, subito a seguire, lo Sputnik II con a bordo Laika, la cagnetta...

leggi tutto

La cucina ai tempi di Dante

Di LORENA FIORINI Il rapporto di Dante con il cibo L’Alighieri non aveva un buon rapporto con il cibo, in genere lo impiegava nelle metafore, quando si esprimeva in argomenti nobili. Le opinioni di Dante in relazione alla fame e al cibo non erano coinvolte nel mondo...

leggi tutto

Giubileo 2025: il Logo

Il Logo rappresenta quattro figure stilizzate per indicare l’umanità proveniente dai quattro angoli della terra. Sono una abbracciata all’altra, per indicare la solidarietà e fratellanza che deve accomunare i popoli. Si noterà che l’apri-fila è aggrappato alla croce....

leggi tutto

Napoli e Argentina un amore lungo 40 anni

La storia tra Italia ed Argentina è da sempre ricca di contenuti e valori. Sono due popoli accomunati dall’amore verso la propria terra ed attraversate da una serie di ingiustizie che hanno forgiato il carattere e le manifestazioni degli uomini e donne che abitano...

leggi tutto

Ponte sullo stretto : la legge è operativa

Il governo Meloni, coerentemente con il suo programma elettorale e grazie alla determinazione del Ministro Salvini, ha approvato in Consiglio dei Ministri il testo del Decreto Ponte per l’attraversamento stabile dello Stretto di Messina. Il Presidente Mattarella ha...

leggi tutto