Sinner battuto in finale, Djokovic vince Atp Finals 2023

(Adnkronos) –
Jannik Sinner sconfitto in finale, Novak Djokovic vince le Atp Finals 2023. Il serbo, numero 1 del mondo, in finale batte l'azzurro, numero 4 del ranking per 6-3, 6-3 in 1h43'. Il 36enne di Belgrado conquista l'ottavo titolo nella manifestazione. Sinner, capace di battere Djokovic mercoledì nel match della fase a gironi, in finale si arrende contro un avversario praticamente perfetto. "Congratulazioni Nole per questa settimana. Tu e il tuo team state dimostrando una professionalità pazzesca. Hai cominciato la stagione vincendo, l'hai chiusa vincendo. Sei un'ispirazione per tutti, non solo per quelli che stanno guardando ma soprattutto per i giocatori", dice Sinner rendendo omaggio all'avversario, con cui ha perso 4 dei 5 confronti diretti. L'azzurro ora volta pagina e si concentra sulla Coppa Davis, con la sfida contro l'Olanda dal 23 novembre: "Abbiamo ancora la Coppa Davis, proviamo di far bene anche lì". Sinner quindi ringrazia il suo team: "Negli ultimi tre mesi abbiamo fatto tantissime partite questa stagione abbiamo fatto tanti progressi e abbiamo avuto la fortuna di giocare contro i migliori del mondo. Anche oggi si è visto che possiamo migliorare tante cose ma dobbiamo innanzitutto guardare le tante cose positive fatte. A inizio anno ero un giocatore, adesso sono completamente un altro". "È stata una settimana super, mi avete accolto come un piccolo bambino e mi avete dato tanta forza soprattutto nei momenti difficili, non solo in campo ma anche fuori dal campo", il ringraziamento al pubblico. "Giocare in Italia è sempre uno spettacolo".  
Sinner-Djokovic 3-6, 3-6Sinner alza bandiera bianca, si arrende con un doppio fallo: game, set and match Djokovic. 
Sinner-Djokovic 3-6, 3-5Djokovic sembra umano, ora c'è match anche nei turni di servizio del serbo. Sul 40-40, Sinner ha a disposizione un comodo dritto: lo sbaglia, Nole ringrazia e con un ace vola 5-3. 
Sinner-Djokovic 3-6, 3-4Sinner deve lottare su ogni palla contro un avversario che esegue quasi sempre nel modo migliore senza sbagliare le scelte. 
Sinner-Djokovic 3-6, 2-4Djokovic, dopo un'ora abbondante senza sbavature, abbassa il livello. Il servizio non entra, arriva un errore da fondo e Sinner ha a disposizione due palle break. Il serbo le annulla entrambe e continua la sua corsa. 
Sinner-Djokovic 3-6, 2-3Sinner rimane in partita, attacca e porta a casa un game senza particolari patemi. 
Sinner-Djokovic 3-6, 1-3Djokovic continua a macinare punti nei propri turni di servizio e allunga. 
Sinner-Djokovic 3-6, 1-2Sinner annulla tre palle break pesantissime e prova a rimanere aggrappato al match con le unghie: 1-2. 
Sinner-Djokovic 3-6, 0-2La partita è un monologo, con un solo protagonista. 
Sinner-Djokovic 3-6, 0-1Il secondo set comincia malissimo. Sinner è in confusione e cede subito il servizio a zero.  
Sinner-Djokovic 3-6Djokovic deve ricorrere alla seconda palla in un paio di occasioni, ma non si nota nessuna differenza: 6-3 e primo set in cassaforte in 38 minuti. 
Sinner-Djokovic 3-5Sul 30-30, l'azzurro pesca due ace che evitano guai e mantengono il set ancora aperto. 
Sinner-Djokovic 2-5Sul servizio del serbo non si gioca. La seconda palla non serve praticamente mai e Sinner, uno dei migliori del circuito quando si tratta di rispondere, non entra in gioco. 
Sinner-Djokovic 2-4Anche per Sinner un game in scioltezza dopo il passaggio a vuoto. 
Sinner-Djokovic 1-4Il numero 1 del mondo rasenta la perfezione, con il bonus di 5 ace in 3 turni di servizio: 4-1. 
Sinner-Djokovic 1-3Sinner cerca di variare il gioco per non finire stritolato dalla regolarità di Djokovic. Il serbo, sotto 40-15, viene graziato da una volee soft e risale fino a procurarsi la prima palla break. L'azzurro perde il controllo del dritto, 1-3. 
Sinner-Djokovic 1-2Djokovic piazza altri 2 ace, il 2-1 arriva senza problemi. 
Sinner-Djokovic 1-1Sinner si presenta vincendo uno scambio durissimo, nel quale Djokovic si arrende dopo aver recuperato l'irrecuperabile. L'azzurro cede 2 punti e va a chiudere il game a rete con una demivolee complessa: 1-1. 
Sinner-Djokovic 0-1Djokovic apre la sfida al servizio: due ace, game a zero.   —sportwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Nave Vespucci a Buenos Aires

Vedi il video completo sul nostro canale Youtube

Italiani all’estero: semplificare il rientro

di Aldo Aledda L’Italia ha un grave problema, in verità ne ha molti, ma quello dell’invecchiamento della popolazione è tra i più urgenti. Anche perché mette il dito nella piaga dell’esodo della generazione più giovane  all’estero. Così il Paese si svuota delle...

Colloquio Con Onorevole Andrea Di Giuseppe

Apri e vedi il video completo

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

Catania scuola e cultura: da Micio Tempio al Cardinale Sdummet

A Catania, come abbiamo più volte ricordato, sono nati o hanno vissuto diversi importanti autori della letteratura italiana, ma quelli a cui i catanesi tengono in modo particolare sono Micio Tempio e Vitaliano Brancati.  Il primo, in verità, è più noto per le...

Catania meteorologica: ‘a oria, ‘u vilenu, ‘u straventu… 

Buona domenica a tutti. Catania è una città che passa alla storia non solo per essere patria di illustri musicisti, di importanti letterati, di insigni scienziati, ma anche per aver dato i natali a Filippo Eredia, che è stato un famoso geofisico, un meteorologo e un...

A Catania, alle 21, le polpette sono ancora cavalli 

A Catania, come in molte altre città del Sud, soprattutto d'estate, si ha l'abitudine di cenare molto tardi, quando la temperatura è più mite.  Nel capoluogo etneo, infatti, alle 21, i puppetti su ancora cavaddi, nel senso che a quell'ora la carne equina...

IL PRESIDENTE MILEI A ROMA

In occasione del suo primo viaggio all’estero, il presidente Milei si è recato prima in Israele, per riaffermare solidarietà e vicinanza dopo l’aggressione e strage di Hamas del 7 ottobre 2023) e successivamente a Roma. L’occasione è stata data dalla Canonizzazione di...

Che bella Catania ca’ chiù sta e chiù bella addiventa 

Non c'è alcun dubbio che Catania sia la più importante "città palcoscenico" del mondo, forse per questa ragione trovarne qualcuno libero e a costi accettabili è difficile, quasi impossibile, nonostante ve ne siano parecchi.  Catania è la patria di Verga, per la...

Le bellezze e le stranezze di Catania

Catania è una città straordinaria, è la patria di Bellini, di Verga, di Martoglio, di Musco e di tanti altri artisti, ma è anche la città dove le buche stradali, che si dividono in epoche geologiche ed archeologiche, vengono mantenute nelle condizioni in cui si...

Italiani all’estero: semplificare il rientro

di Aldo Aledda L’Italia ha un grave problema, in verità ne ha molti, ma quello dell’invecchiamento della popolazione è tra i più urgenti. Anche perché mette il dito nella piaga dell’esodo della generazione più giovane  all’estero. Così il Paese si svuota delle...

leggi tutto

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

leggi tutto

A Catania, alle 21, le polpette sono ancora cavalli 

A Catania, come in molte altre città del Sud, soprattutto d'estate, si ha l'abitudine di cenare molto tardi, quando la temperatura è più mite.  Nel capoluogo etneo, infatti, alle 21, i puppetti su ancora cavaddi, nel senso che a quell'ora la carne equina...

leggi tutto

IL PRESIDENTE MILEI A ROMA

In occasione del suo primo viaggio all’estero, il presidente Milei si è recato prima in Israele, per riaffermare solidarietà e vicinanza dopo l’aggressione e strage di Hamas del 7 ottobre 2023) e successivamente a Roma. L’occasione è stata data dalla Canonizzazione di...

leggi tutto

Le bellezze e le stranezze di Catania

Catania è una città straordinaria, è la patria di Bellini, di Verga, di Martoglio, di Musco e di tanti altri artisti, ma è anche la città dove le buche stradali, che si dividono in epoche geologiche ed archeologiche, vengono mantenute nelle condizioni in cui si...

leggi tutto

Catania la festa di Sant’Agata

Si celebra a Catania la festa di Sant'Agata, la terza al mondo per dimensione e numero di fedeli. Sant'Agata, però, non è solo culto, anche se lo è soprattutto; non è solo fede, anche se i fedeli sono in tutto il mondo; non è solo rito, anche se muove una ferrea...

leggi tutto

POLIS, RIMINI, FASHION INSOSTENIBILE

LA REDAZIONE DI POLIS A RIMINI PER ECOMONDOL’industria del tessile, oggi per come è, non è sostenibile, inquina e consuma troppo, produce scarti che non si riciclano e ha generato una macchina del consumo che aumenta ogni anno di più i beni prodotti e distribuiti. E...

leggi tutto

LA POLITICA DEL CARCIOFO, AL CONTRARIO

di Diego Castagno Torino è di nuovo la capitale dell’auto. Stavolta della rottamazione, del riciclo e del recupero. E Mirafiori è di nuovo il simbolo della nuova industria green e circolare. Comunque la si possa pensare. E anticipa una tendenza che potrebbe essere del...

leggi tutto

COP 28 :    DIREZIONE GIUSTA VELOCITA BASSA

Ad un mese dalla conclusione dei lavori di COP28,  non mi schiero con chi sostiene essere stato un totale fallimento, dalla scelta del posto, dal numero di lobbisti pro fossil iscritti o ai risultati o non risultati ottenuti;  non mi schiero neanche con...

leggi tutto

La speranza è un rischio da correre

La criminale e sanguinaria aggressione ad Israele, preparata da anni, non si concluderà in brevissimo tempo, ma vivere significa non rassegnarsi e trovare soluzioni alle tragedie DI GIUSEPPE SCANNI Non sempre il tempo è un Dio benigno; secondo Shakespeare è un “vorace...

leggi tutto

Argentina: un nuovo capitolo di storia

Di Bobo Craxi Come annunciato  Xavier Milei eletto con un forte suffragio dai cittadini argentini ha avviato il suo piano di riforme di impronta ultra liberista condito con l’imperativo della “necessità” ed “urgenza” come recita il Decreto che é sottoposto al...

leggi tutto