Sanremo Giovani: tra amore, disagio e ironia i 12 finalisti pronti per l’Ariston

(Adnkronos) – C'è una testa rosa piena di thread, un colbacco nero, un gilet di pelle, una giacca elegante su due metri di altezza, un ciuffo blu elettrico e una canotta con un teschio. E' un colpo d'occhio così variegato che sembra un dipinto quello che ti accoglie arrivando alla Rai, dove i 12 finalisti di Sanremo Giovani attendono di parlare e di raccontare chi sono e le loro emozioni. A pochi giorni dalla finale del 19 dicembre, in cui si sfideranno sul palco dell'Ariston dove verranno decretati i tre che conquisteranno un posto al festival di febbraio, l'atmosfera è composta ma elettrica. "La stiamo affrontando come se non fosse una gara", dice all'Adnkronos Alessandro De Santis, frontman dei Santi Francesi nonché fidanzato dell'attrice Matilda De Angelis. Dunque non conta la vittoria? "Beh, se devo scegliere tra primo e secondo posto preferisco il primo", ironizza però. La testa rosa piena di thread è quella di Nausicaa, fresco arrivo da Area Sanremo dove è stata appena selezionata con il suo brano 'Favole'. "Le mie trecce le amo, sono bellissime ma la prima notte non ho dormito -scherza- Le porterò orgogliosamente all'Ariston insieme alla mia arpa Kitty". Da Area Sanremo viene anche Fellow, con i suoi quasi due metri di altezza e i suoi ricci neri. "Il mio brano si intitola 'Alieno' e parla un po' degli sfigati della festa -dice- E' anche un po' una ricerca di se stessi, senza scappare". Spuntano un sorriso e un paio di pantaloni a grossi quadri: "Io sono Tancredi, ma quando dico che mi chiamo Tancredi mi chiedono sempre quale sia il mio vero nome -spiega all'Adnkronos per l'appunto Tancredi, ex concorrente di 'Amici' e con al suo attivo un duetto nientemeno che con la Rettore. "Sono gasato, ma non mi voglio far mangiare dall'ansia quando canterò il mio pezzo", dice parlando del suo 'Perle'.  Un bell'accento molisano e camicia elegante, Lorenzo Iavagnilio in arte Lor3n spiega: "Il mio brano è 'Fiore d'Inverno', ed è nato al pianoforte". Se ha paura a cantarlo all'Ariston? "Un po' di paura c'è, inutile negarlo, stiamo facendo qualcosa di veramente enorme", dice con sincerità. "'Stronza' parla in maniera diretta di sentimenti -ci dice invece Vale Lp parlando del brano con cui sfiderà i giovani colleghi- E' un pezzo che mi ha aiutato molto a superare una mia grande paura, quella di non essere amata". L'amore è un tema ricorrente tra i pezzi che sentiremo il 19 dicembre. Tra questi c'è anche quello per la propria mamma, come nel sorprendente 'Boulevard' di Chiara Soccini, nota per il ruolo di Crazy J in 'Mare Fuori'. "Lei è da sempre un punto di riferimento per me, e volevo descrivere il fatto che nessuno di noi è un animale solitario e nessuno si salva da solo", spiega Chiara, mentre si aggiusta il colbacco nero sui capelli biondi.  Tra i temi cantati dai protagonisti di Sanremo Giovani ci sono anche le paure dell'università, tra sogni e speranze. Le racconta Jacopo Sol in 'Cose che non sai': "Mi sentivo un po' oppresso tra mille pensieri, tra musica e università ero confuso, non capivo cosa stessi provando. Nel brano c'è R&B, pop, drum and base, un po' di blues perché sono super fan di Pino Daniele". Il disagio giovanile è invece il leit motiv del rapper Dipinto, che canta 'Criminali' e fa un po' il duro con un giubbotto di pelle e baffetti appena accennati ma trasuda sensibilità da ogni poro. "Quello che ho vissuto mi ha portato a chiudermi in me stesso, poi mi sono fatto coraggio e ora sono qui -racconta all'Adnkronos- Sono emozionato ma la competizione la sento solo con me stesso". Il ritmo e l'energia ci pensano i bnkr44 e i loro 'Effetti Speciali' a portarla sul palco, insieme all'ironia e all'accento toscano. "E' un pezzo che parla di un amore finito con una metafora cinematografica -spiegano. "Paura del palco di Sanremo? "Fa più paura il Casino", ridono. Si affacciano gli Omini: "Cantiamo 'Mare forza nove' -spiegano- Un pezzo allegro, anche se parla di una storia d'amore che potrebbe essere finita ma anche no. Un pezzo cattivo, con tante chitarre, per far ballare". Tra gli artisti in gara c'è anche un fenomeno di Twitch, la piattaforma di intrattenimento e streaming, ovvero Grenbaud, che presenterà a Sanremo il suo 'Mama'. "Come ci sei arrivato qui da Twitch?", gli chiediamo. "In taxi", risponde. Non resta che attendere il 19 dicembre, sul palco dell'Ariston ne vedremo delle belle. (di Ilaria Floris)  —spettacoliwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Nave Vespucci a Buenos Aires

Vedi il video completo sul nostro canale Youtube

Italiani all’estero: semplificare il rientro

di Aldo Aledda L’Italia ha un grave problema, in verità ne ha molti, ma quello dell’invecchiamento della popolazione è tra i più urgenti. Anche perché mette il dito nella piaga dell’esodo della generazione più giovane  all’estero. Così il Paese si svuota delle...

Colloquio Con Onorevole Andrea Di Giuseppe

Apri e vedi il video completo

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

Catania scuola e cultura: da Micio Tempio al Cardinale Sdummet

A Catania, come abbiamo più volte ricordato, sono nati o hanno vissuto diversi importanti autori della letteratura italiana, ma quelli a cui i catanesi tengono in modo particolare sono Micio Tempio e Vitaliano Brancati.  Il primo, in verità, è più noto per le...

Catania meteorologica: ‘a oria, ‘u vilenu, ‘u straventu… 

Buona domenica a tutti. Catania è una città che passa alla storia non solo per essere patria di illustri musicisti, di importanti letterati, di insigni scienziati, ma anche per aver dato i natali a Filippo Eredia, che è stato un famoso geofisico, un meteorologo e un...

A Catania, alle 21, le polpette sono ancora cavalli 

A Catania, come in molte altre città del Sud, soprattutto d'estate, si ha l'abitudine di cenare molto tardi, quando la temperatura è più mite.  Nel capoluogo etneo, infatti, alle 21, i puppetti su ancora cavaddi, nel senso che a quell'ora la carne equina...

IL PRESIDENTE MILEI A ROMA

In occasione del suo primo viaggio all’estero, il presidente Milei si è recato prima in Israele, per riaffermare solidarietà e vicinanza dopo l’aggressione e strage di Hamas del 7 ottobre 2023) e successivamente a Roma. L’occasione è stata data dalla Canonizzazione di...

Che bella Catania ca’ chiù sta e chiù bella addiventa 

Non c'è alcun dubbio che Catania sia la più importante "città palcoscenico" del mondo, forse per questa ragione trovarne qualcuno libero e a costi accettabili è difficile, quasi impossibile, nonostante ve ne siano parecchi.  Catania è la patria di Verga, per la...

Le bellezze e le stranezze di Catania

Catania è una città straordinaria, è la patria di Bellini, di Verga, di Martoglio, di Musco e di tanti altri artisti, ma è anche la città dove le buche stradali, che si dividono in epoche geologiche ed archeologiche, vengono mantenute nelle condizioni in cui si...

Italiani all’estero: semplificare il rientro

di Aldo Aledda L’Italia ha un grave problema, in verità ne ha molti, ma quello dell’invecchiamento della popolazione è tra i più urgenti. Anche perché mette il dito nella piaga dell’esodo della generazione più giovane  all’estero. Così il Paese si svuota delle...

leggi tutto

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

leggi tutto

A Catania, alle 21, le polpette sono ancora cavalli 

A Catania, come in molte altre città del Sud, soprattutto d'estate, si ha l'abitudine di cenare molto tardi, quando la temperatura è più mite.  Nel capoluogo etneo, infatti, alle 21, i puppetti su ancora cavaddi, nel senso che a quell'ora la carne equina...

leggi tutto

IL PRESIDENTE MILEI A ROMA

In occasione del suo primo viaggio all’estero, il presidente Milei si è recato prima in Israele, per riaffermare solidarietà e vicinanza dopo l’aggressione e strage di Hamas del 7 ottobre 2023) e successivamente a Roma. L’occasione è stata data dalla Canonizzazione di...

leggi tutto

Le bellezze e le stranezze di Catania

Catania è una città straordinaria, è la patria di Bellini, di Verga, di Martoglio, di Musco e di tanti altri artisti, ma è anche la città dove le buche stradali, che si dividono in epoche geologiche ed archeologiche, vengono mantenute nelle condizioni in cui si...

leggi tutto

Catania la festa di Sant’Agata

Si celebra a Catania la festa di Sant'Agata, la terza al mondo per dimensione e numero di fedeli. Sant'Agata, però, non è solo culto, anche se lo è soprattutto; non è solo fede, anche se i fedeli sono in tutto il mondo; non è solo rito, anche se muove una ferrea...

leggi tutto

POLIS, RIMINI, FASHION INSOSTENIBILE

LA REDAZIONE DI POLIS A RIMINI PER ECOMONDOL’industria del tessile, oggi per come è, non è sostenibile, inquina e consuma troppo, produce scarti che non si riciclano e ha generato una macchina del consumo che aumenta ogni anno di più i beni prodotti e distribuiti. E...

leggi tutto

LA POLITICA DEL CARCIOFO, AL CONTRARIO

di Diego Castagno Torino è di nuovo la capitale dell’auto. Stavolta della rottamazione, del riciclo e del recupero. E Mirafiori è di nuovo il simbolo della nuova industria green e circolare. Comunque la si possa pensare. E anticipa una tendenza che potrebbe essere del...

leggi tutto

COP 28 :    DIREZIONE GIUSTA VELOCITA BASSA

Ad un mese dalla conclusione dei lavori di COP28,  non mi schiero con chi sostiene essere stato un totale fallimento, dalla scelta del posto, dal numero di lobbisti pro fossil iscritti o ai risultati o non risultati ottenuti;  non mi schiero neanche con...

leggi tutto

La speranza è un rischio da correre

La criminale e sanguinaria aggressione ad Israele, preparata da anni, non si concluderà in brevissimo tempo, ma vivere significa non rassegnarsi e trovare soluzioni alle tragedie DI GIUSEPPE SCANNI Non sempre il tempo è un Dio benigno; secondo Shakespeare è un “vorace...

leggi tutto

Argentina: un nuovo capitolo di storia

Di Bobo Craxi Come annunciato  Xavier Milei eletto con un forte suffragio dai cittadini argentini ha avviato il suo piano di riforme di impronta ultra liberista condito con l’imperativo della “necessità” ed “urgenza” come recita il Decreto che é sottoposto al...

leggi tutto