Paola Barale: “In menopausa manca il desiderio? Non è vero, io sono l’esempio”

(Adnkronos) – "C'è un grande mito da sfatare sulla menopausa, ed è che non ci si possa sentire desiderate e non si debba desiderare. Io sono l'esempio vivente che non è così: io desidero, sono desiderata, e vi assicuro che è possibile e bello. Non ho mai voluto sopravvivere a quello che è un cambiamento importante della vita di una donna, ma viverlo appieno". Paola Barale si racconta a cuore aperto all'Adnkronos nel giorno in cui il suo libro sul tema della menopausa ('Non è poi la fine del mondo', Sperling & Kupfer) ha concretizzato un piccolo miracolo: dare vita ad una mozione dell'onorevole Martina Semenzato che metta fine ai tabù su un argomento che continua ad essere 'spinoso' nel nostro Paese. "Se me lo avessero detto non ci avrei creduto: io alla Camera dei Deputati a presentare una mozione sul tema del mio libro – dice la showgirl – Tutti mi dite che ho avuto coraggio, ma io non sono coraggiosa. La natura mi ha fatto vivere presto questo cambiamento della vita, e io l'ho vissuto pensando che si chiude una porta e si apre un portone". Una leggerezza del vivere che si ritrova anche nel libro della Barale, in cui racconta cosa ha imparato: "A me è arrivata quando avevo 42 anni, e pensavo che fosse una cosa molto precoce. Invece, scrivendo il libro e parlando con i medici ho capito che non è affatto una cosa così rara: questo mi ha fatto sentire un po' meno sola", spiega. La seconda cosa "è che a me venuta dopo un periodo di forte stress, quindi un monito alle donne: sappiate che grosse sofferenze o forti stress possono provocarla, cercate di preservare il vostro equilibrio". Sui consigli da mettere in pratica nel periodo del climaterio, la showgirl è cauta, e consiglia di rivolgersi agli esperti: "Io ho seguito la Tos, la terapia ormonale sostitutiva, ma so che non tutte le donne se la sentono, meglio chiedere ai medici". Su come affrontare invece psicologicamente quel periodo, la Barale rassicura: "Quello che posso dire è che non bisogna sentirsi rassegnate, parlatene, non sentitevi in trappola, sappiate che ci sono mille alternative ed è un percorso molto personale. Una donna che ha la menopausa a trent'anni non può e non deve sentirsi sbagliata, è una cosa naturale che deve essere vissuta serenamente". Se le si obietta che non tutte le donne sono Paola Barale, e che per lei potrebbe essere stato più facile, sorvola con eleganza: "Non sono un'eroina, mi piace essere la portavoce di tante donne che vivono la mia stessa situazione", spiega all'Adnkronos. E rivela: "Io sono single da parecchi anni, dunque ora questo non è un argomento per me, non ho un compagno con cui parlarne. Dal punto di vista intimo però non ha avuto ripercussioni, perché mi sono rivolta a specialisti che mi hanno aiutato". E se dovesse indicare quali sono i vantaggi della menopausa, la conduttrice ci pensa un po' su: "Sicuramente il fatto che se hai un partner ti puoi dimenticare i preservativi o l'uso della pillola anticoncezionale e dedicarti alla tua attività intima e sessuale, e così te la godi di più – dice la Barale – Poi sei più consapevole, conosci meglio il tuo corpo e sai meglio come approcciare con l'altra persona. E poi non devi più comprare gli assorbenti, che sono una spesa e sono anche un fastidio mensile bello pesante".  Anche se, con la schiettezza che la contraddistingue, aggiunge subito dopo: "All'inizio andavo al supermercato, li vedevo sugli scaffali e un po' mi mancavano. Poi però io che viaggio molto, e vado in posti molto caldi e al mare, ho apprezzato la libertà non da poco di non doverli usare". Ci vuole leggerezza nella vita: in fondo, è questo il consiglio migliore che la Barale dà, anche senza darlo. (di Ilaria Floris)   —culturawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Nave Vespucci a Buenos Aires

Vedi il video completo sul nostro canale Youtube

Italiani all’estero: semplificare il rientro

di Aldo Aledda L’Italia ha un grave problema, in verità ne ha molti, ma quello dell’invecchiamento della popolazione è tra i più urgenti. Anche perché mette il dito nella piaga dell’esodo della generazione più giovane  all’estero. Così il Paese si svuota delle...

Colloquio Con Onorevole Andrea Di Giuseppe

Apri e vedi il video completo

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

Catania scuola e cultura: da Micio Tempio al Cardinale Sdummet

A Catania, come abbiamo più volte ricordato, sono nati o hanno vissuto diversi importanti autori della letteratura italiana, ma quelli a cui i catanesi tengono in modo particolare sono Micio Tempio e Vitaliano Brancati.  Il primo, in verità, è più noto per le...

Catania meteorologica: ‘a oria, ‘u vilenu, ‘u straventu… 

Buona domenica a tutti. Catania è una città che passa alla storia non solo per essere patria di illustri musicisti, di importanti letterati, di insigni scienziati, ma anche per aver dato i natali a Filippo Eredia, che è stato un famoso geofisico, un meteorologo e un...

A Catania, alle 21, le polpette sono ancora cavalli 

A Catania, come in molte altre città del Sud, soprattutto d'estate, si ha l'abitudine di cenare molto tardi, quando la temperatura è più mite.  Nel capoluogo etneo, infatti, alle 21, i puppetti su ancora cavaddi, nel senso che a quell'ora la carne equina...

IL PRESIDENTE MILEI A ROMA

In occasione del suo primo viaggio all’estero, il presidente Milei si è recato prima in Israele, per riaffermare solidarietà e vicinanza dopo l’aggressione e strage di Hamas del 7 ottobre 2023) e successivamente a Roma. L’occasione è stata data dalla Canonizzazione di...

Che bella Catania ca’ chiù sta e chiù bella addiventa 

Non c'è alcun dubbio che Catania sia la più importante "città palcoscenico" del mondo, forse per questa ragione trovarne qualcuno libero e a costi accettabili è difficile, quasi impossibile, nonostante ve ne siano parecchi.  Catania è la patria di Verga, per la...

Le bellezze e le stranezze di Catania

Catania è una città straordinaria, è la patria di Bellini, di Verga, di Martoglio, di Musco e di tanti altri artisti, ma è anche la città dove le buche stradali, che si dividono in epoche geologiche ed archeologiche, vengono mantenute nelle condizioni in cui si...

Italiani all’estero: semplificare il rientro

di Aldo Aledda L’Italia ha un grave problema, in verità ne ha molti, ma quello dell’invecchiamento della popolazione è tra i più urgenti. Anche perché mette il dito nella piaga dell’esodo della generazione più giovane  all’estero. Così il Paese si svuota delle...

leggi tutto

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

leggi tutto

A Catania, alle 21, le polpette sono ancora cavalli 

A Catania, come in molte altre città del Sud, soprattutto d'estate, si ha l'abitudine di cenare molto tardi, quando la temperatura è più mite.  Nel capoluogo etneo, infatti, alle 21, i puppetti su ancora cavaddi, nel senso che a quell'ora la carne equina...

leggi tutto

IL PRESIDENTE MILEI A ROMA

In occasione del suo primo viaggio all’estero, il presidente Milei si è recato prima in Israele, per riaffermare solidarietà e vicinanza dopo l’aggressione e strage di Hamas del 7 ottobre 2023) e successivamente a Roma. L’occasione è stata data dalla Canonizzazione di...

leggi tutto

Le bellezze e le stranezze di Catania

Catania è una città straordinaria, è la patria di Bellini, di Verga, di Martoglio, di Musco e di tanti altri artisti, ma è anche la città dove le buche stradali, che si dividono in epoche geologiche ed archeologiche, vengono mantenute nelle condizioni in cui si...

leggi tutto

Catania la festa di Sant’Agata

Si celebra a Catania la festa di Sant'Agata, la terza al mondo per dimensione e numero di fedeli. Sant'Agata, però, non è solo culto, anche se lo è soprattutto; non è solo fede, anche se i fedeli sono in tutto il mondo; non è solo rito, anche se muove una ferrea...

leggi tutto

POLIS, RIMINI, FASHION INSOSTENIBILE

LA REDAZIONE DI POLIS A RIMINI PER ECOMONDOL’industria del tessile, oggi per come è, non è sostenibile, inquina e consuma troppo, produce scarti che non si riciclano e ha generato una macchina del consumo che aumenta ogni anno di più i beni prodotti e distribuiti. E...

leggi tutto

LA POLITICA DEL CARCIOFO, AL CONTRARIO

di Diego Castagno Torino è di nuovo la capitale dell’auto. Stavolta della rottamazione, del riciclo e del recupero. E Mirafiori è di nuovo il simbolo della nuova industria green e circolare. Comunque la si possa pensare. E anticipa una tendenza che potrebbe essere del...

leggi tutto

COP 28 :    DIREZIONE GIUSTA VELOCITA BASSA

Ad un mese dalla conclusione dei lavori di COP28,  non mi schiero con chi sostiene essere stato un totale fallimento, dalla scelta del posto, dal numero di lobbisti pro fossil iscritti o ai risultati o non risultati ottenuti;  non mi schiero neanche con...

leggi tutto

La speranza è un rischio da correre

La criminale e sanguinaria aggressione ad Israele, preparata da anni, non si concluderà in brevissimo tempo, ma vivere significa non rassegnarsi e trovare soluzioni alle tragedie DI GIUSEPPE SCANNI Non sempre il tempo è un Dio benigno; secondo Shakespeare è un “vorace...

leggi tutto

Argentina: un nuovo capitolo di storia

Di Bobo Craxi Come annunciato  Xavier Milei eletto con un forte suffragio dai cittadini argentini ha avviato il suo piano di riforme di impronta ultra liberista condito con l’imperativo della “necessità” ed “urgenza” come recita il Decreto che é sottoposto al...

leggi tutto