Nasce a Milano l’Orto del Futuro ‘Rigenerativo’

(Adnkronos) – Il suolo e l'acqua sono alla base della produzione alimentare, degli ecosistemi e del benessere umano e solo imparando a riconoscere il loro ruolo si possono adottare misure in grado di salvaguardarli per le generazioni future. È questo, in sintesi, il senso del 'World Soil Day', la giornata internazionale di sensibilizzazione, che si celebra oggi, promossa dalle Nazioni Unite e dalla Fao, che Knorr e Agrivis hanno scelto per inaugurare l’'Orto del Futuro Rigenerativo'. Il percorso di evoluzione verso le pratiche di agricoltura rigenerativa prende il via, quindi, proprio nell'orto simbolo del programma Knorr BuonCibo che i due partner avevano già inaugurato nel 2021, coniugando così l’agricoltura e la tutela del suolo e della biodiversità.  Oggi a Milano, nei terreni della cooperativa sociale agricola Agrivis del Gruppo L’impronta, Knorr ha deciso di piantare i primi semi dell’Orto del Futuro 'Rigenerativo' di Knorr, un progetto 'agri-culturale' fatto di tecniche agricole e iniziative didattiche che punta a creare un sistema virtuoso partendo dalle verdure dell’orto. L’Orto del futuro di Knorr e di Buoncibo diventa così il luogo simbolo dell’impegno di Knorr verso la sostenibilità e le prossime generazioni.  Nei terreni del Gruppo l’Impronta, che inizia oggi il suo percorso di riconversione, saranno applicati i principi di agricoltura rigenerativa, che consentiranno di coltivare alimenti senza impoverire i terreni e, allo stesso tempo, favorendo la biodiversità, seguendo l’esempio delle tecniche e delle pratiche che vengono già implementate in alcuni dei terreni dove sono attivi i programmi di agricoltura rigenerativa e dove Knorr coltiva le proprie materie prime e gli ingredienti necessari per i propri prodotti. L’Orto del Futuro sarà anche un laboratorio didattico con percorsi ad hoc per studenti che verranno ad apprendere i principi e le tecniche alla base di questo virtuoso percorso.  “Dalla tecnica del sovescio, l’interramento di alcune colture che consente di eliminare i fertilizzanti chimici, alla rotazione dei terreni, che permette di non impoverirli di sostanze nutritive, fino all’irrigazione a goccia che ottimizza l’uso dell’acqua, l’Orto del futuro sarà un esempio concreto di come sia possibile un’agricoltura sana che rispetti la natura – ha commentato Andrea Miotti, presidente del Gruppo L’Impronta – Insieme a Knorr e ai suoi esperti abbiamo deciso di rendere questo percorso ancora più impattante: grazie all’apertura di diversi laboratori rivolti agli studenti del triennio delle scuole secondarie di secondo grado, all’interno del Pcto (Alternanza Scuola-lavoro) o di percorsi di tirocinio curriculare, saremo in grado di instaurare un vero e proprio 'passaggio di competenze' fondamentale per trasmettere alle nuove generazioni quanto un percorso alimentare virtuoso parta proprio dalla cura del suolo e della natura”.  Quella tra Knorr e Agrivis è una collaborazione ormai consolidata, nata nel 2021, che oggi si prepara a ospitare studenti, famiglie e bambini in una serie di kids-lab che coinvolgeranno centinaia di alunni delle scuole primarie del territorio. Ad oggi, Unilever ha all’attivo nove progetti tra Nord e Sud America, Europa e Asia meridionale, per un totale di 48.000 ettari, in cui soia, riso, pomodori, cipolle, aglio e prezzemolo e verdure sono prodotti seguendo i principi dell’agricoltura rigenerativa, delineati negli Unilever Regenerative Agriculture Principles. Nel corso del prossimo anno saranno coinvolti oltre 300.000 ettari, per estendere sempre più le pratiche di agricoltura rigenerativa. Il progetto BuonCibo di Knorr nasce con l'ambizione di incoraggiare sempre più persone a scegliere un’alimentazione sostenibile, basata sui piatti preferiti dagli italiani e più consapevole dei futuri effetti sulla società e il pianeta. In questo modo, applicando questi principi e tecniche, Agrivis e Knorr contribuiscono alla riduzione delle emissioni di gas serra e dello spreco di acqua, mantenendo acque e terreni più puliti e fertili.  “Grazie alla preziosa sinergia tra i nostri esperti e quelli di Agrivis, a distanza di due anni dall’inaugurazione, il nostro Orto del Futuro si evolve abbracciando i principi di Agricoltura Rigenerativa di Unilever. È certamente un importante tassello che si aggiunge a questo percorso intrapreso 5 anni fa con il progetto BuonCibo e in continua evoluzione. L’Orto del Futuro di Knorr, adesso anche 'Rigenerativo', rappresenta per noi un simbolo dell’impegno del brand nel voler condividere pratiche che impattino positivamente sul pianeta e sulla società e nel supportare realtà locali come Agrivis in questo percorso”, spiega Barbara Cavicchia, Nutrition Business Unit Lead, Unilever Italia. —economiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Nave Vespucci a Buenos Aires

Vedi il video completo sul nostro canale Youtube

Italiani all’estero: semplificare il rientro

di Aldo Aledda L’Italia ha un grave problema, in verità ne ha molti, ma quello dell’invecchiamento della popolazione è tra i più urgenti. Anche perché mette il dito nella piaga dell’esodo della generazione più giovane  all’estero. Così il Paese si svuota delle...

Colloquio Con Onorevole Andrea Di Giuseppe

Apri e vedi il video completo

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

Catania scuola e cultura: da Micio Tempio al Cardinale Sdummet

A Catania, come abbiamo più volte ricordato, sono nati o hanno vissuto diversi importanti autori della letteratura italiana, ma quelli a cui i catanesi tengono in modo particolare sono Micio Tempio e Vitaliano Brancati.  Il primo, in verità, è più noto per le...

Catania meteorologica: ‘a oria, ‘u vilenu, ‘u straventu… 

Buona domenica a tutti. Catania è una città che passa alla storia non solo per essere patria di illustri musicisti, di importanti letterati, di insigni scienziati, ma anche per aver dato i natali a Filippo Eredia, che è stato un famoso geofisico, un meteorologo e un...

A Catania, alle 21, le polpette sono ancora cavalli 

A Catania, come in molte altre città del Sud, soprattutto d'estate, si ha l'abitudine di cenare molto tardi, quando la temperatura è più mite.  Nel capoluogo etneo, infatti, alle 21, i puppetti su ancora cavaddi, nel senso che a quell'ora la carne equina...

IL PRESIDENTE MILEI A ROMA

In occasione del suo primo viaggio all’estero, il presidente Milei si è recato prima in Israele, per riaffermare solidarietà e vicinanza dopo l’aggressione e strage di Hamas del 7 ottobre 2023) e successivamente a Roma. L’occasione è stata data dalla Canonizzazione di...

Che bella Catania ca’ chiù sta e chiù bella addiventa 

Non c'è alcun dubbio che Catania sia la più importante "città palcoscenico" del mondo, forse per questa ragione trovarne qualcuno libero e a costi accettabili è difficile, quasi impossibile, nonostante ve ne siano parecchi.  Catania è la patria di Verga, per la...

Le bellezze e le stranezze di Catania

Catania è una città straordinaria, è la patria di Bellini, di Verga, di Martoglio, di Musco e di tanti altri artisti, ma è anche la città dove le buche stradali, che si dividono in epoche geologiche ed archeologiche, vengono mantenute nelle condizioni in cui si...

Italiani all’estero: semplificare il rientro

di Aldo Aledda L’Italia ha un grave problema, in verità ne ha molti, ma quello dell’invecchiamento della popolazione è tra i più urgenti. Anche perché mette il dito nella piaga dell’esodo della generazione più giovane  all’estero. Così il Paese si svuota delle...

leggi tutto

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

leggi tutto

A Catania, alle 21, le polpette sono ancora cavalli 

A Catania, come in molte altre città del Sud, soprattutto d'estate, si ha l'abitudine di cenare molto tardi, quando la temperatura è più mite.  Nel capoluogo etneo, infatti, alle 21, i puppetti su ancora cavaddi, nel senso che a quell'ora la carne equina...

leggi tutto

IL PRESIDENTE MILEI A ROMA

In occasione del suo primo viaggio all’estero, il presidente Milei si è recato prima in Israele, per riaffermare solidarietà e vicinanza dopo l’aggressione e strage di Hamas del 7 ottobre 2023) e successivamente a Roma. L’occasione è stata data dalla Canonizzazione di...

leggi tutto

Le bellezze e le stranezze di Catania

Catania è una città straordinaria, è la patria di Bellini, di Verga, di Martoglio, di Musco e di tanti altri artisti, ma è anche la città dove le buche stradali, che si dividono in epoche geologiche ed archeologiche, vengono mantenute nelle condizioni in cui si...

leggi tutto

Catania la festa di Sant’Agata

Si celebra a Catania la festa di Sant'Agata, la terza al mondo per dimensione e numero di fedeli. Sant'Agata, però, non è solo culto, anche se lo è soprattutto; non è solo fede, anche se i fedeli sono in tutto il mondo; non è solo rito, anche se muove una ferrea...

leggi tutto

POLIS, RIMINI, FASHION INSOSTENIBILE

LA REDAZIONE DI POLIS A RIMINI PER ECOMONDOL’industria del tessile, oggi per come è, non è sostenibile, inquina e consuma troppo, produce scarti che non si riciclano e ha generato una macchina del consumo che aumenta ogni anno di più i beni prodotti e distribuiti. E...

leggi tutto

LA POLITICA DEL CARCIOFO, AL CONTRARIO

di Diego Castagno Torino è di nuovo la capitale dell’auto. Stavolta della rottamazione, del riciclo e del recupero. E Mirafiori è di nuovo il simbolo della nuova industria green e circolare. Comunque la si possa pensare. E anticipa una tendenza che potrebbe essere del...

leggi tutto

COP 28 :    DIREZIONE GIUSTA VELOCITA BASSA

Ad un mese dalla conclusione dei lavori di COP28,  non mi schiero con chi sostiene essere stato un totale fallimento, dalla scelta del posto, dal numero di lobbisti pro fossil iscritti o ai risultati o non risultati ottenuti;  non mi schiero neanche con...

leggi tutto

La speranza è un rischio da correre

La criminale e sanguinaria aggressione ad Israele, preparata da anni, non si concluderà in brevissimo tempo, ma vivere significa non rassegnarsi e trovare soluzioni alle tragedie DI GIUSEPPE SCANNI Non sempre il tempo è un Dio benigno; secondo Shakespeare è un “vorace...

leggi tutto

Da Stresa e da Laveno

verso la cima dei monti Mottarone e Sasso del Ferro Il Mottarone e il monte Sasso del Ferro si guardano dalle due sponde opposte, quella piemontese e quella lombarda del lago Maggiore. Dalle due vette, che sovrastano Stresa e Laveno, si ammira lo stesso paesaggio: la...

leggi tutto