IDROGENO: “energia pulita a KM zero” che rappresenta una delle soluzioni dei cambiamenti climatici

Il ruolo determinante dell’Italia, dell’Argentina e dell’intero Sudamerica

Di Piergiorgio Benvenuti

Il progetto di sviluppo e cooperazione tra l’Italia e i paesi dell’Africa, è stato presentato in questi giorni durante la Conferenza Italia-Africa organizzata a Roma dall’esecutivo guidato dalla Premier Giorgia Meloni , con il coinvolgimento di 25 capi di governo del Continente, 11 ministri degli Esteri, i rappresentanti di Unione europea, Unione africana e Onu.

Il piano del Governo italiano denominato Enrico Mattei, ricordando il fondatore dell’Eni, ha l’obiettivo di trasformare l’Italia nello snodo energetico chiave tra continente africano e Europa, specie nel campo del gas, dopo il taglio delle importazioni dalla Russia, a seguito dell’invasione dell’Ucraina. Il Governo italiano si è detto pronto a mettere in campo 5,5 miliardi di euro in 4 anni, che serviranno a sostenere “strategie territoriali, riferite a specifiche aree del continente africano”.

Tra i settori interessati al piano la Presidente del Consiglio italiana Giorgia Meloni ha evidenziato l’attenzione nel settore energetico, ribadendo il suo sogno di trasformare l’Italia nello snodo “naturale di approvvigionamento energetico per l’intera Europa”. Per questo il piano Mattei punta a sostenere nuovi progetti per lo sviluppo dei biocarburanti, il trasporto dell’idrogeno dal Nord Africa all’Europa attraverso l’Italia e l’interconnessione elettrica tra Italia e Tunisia.

Ci stiamo avvicinando sempre di più alla considerazione che l’idrogeno possa rappresentare la risposta concreta e globale contro i cambiamenti climatici, una “energia pulita a KM zero”.

Certamente , quando ci riferiamo all’idrogeno al momento dobbiamo evidenziare come primo elemento che il 95% della produzione mondiale è oggi colorata in nero e in grigio, nel senso che avviene ancora con l’uso dei combustibili fossili, invece che con sistemi derivati da fonti rinnovabili (Idrogeno verde e azzurro). Altra considerazione al momento in senso negativo sono le metodologie green che vengono utilizzate per produrre idrogeno ancora troppo onerose e quindi fuori dalla produzione in larga scala (7/8 euro per 1 Kg di H2 contro i circa 2 euro per 1 Kg per gli attuali combustibili fossili), per cui necessitano ancora passaggi tecnologici innovativi per abbattere i costi di produzione, altresì vanno affrontate e risolte le attuali carenze di infrastrutture, nonché studiate azioni normative per l’approvazione di regolamenti specifici.

Ciononostante in tutto il mondo si sono aperti orizzonti interessanti non solo nella ricerca, ma anche nella produzione dell’Idrogeno per la mobilità e per la produzione di energia, svincolata dalle reti energetiche tradizionali.

Se prendiamo in esame le energie rinnovabili, in nessun’altra parte del mondo la rapidità di sviluppo della stessa filiera regge il confronto col Sudamerica: il recente incremento della capacità produttiva di energia solare di Brasile, Colombia e Perù è superiore a quello di Africa, Europa e Asia messe insieme.

L’edizione dello scorso anno 2023 del World Hydrogen Congress Latin America di Santiago del Cile ha chiarito perché è il momento di investire sull’idrogeno verde: la curva dei costi può solo scendere e in Sudamerica scenderà più velocemente che altrove.

Argentina, Cile, Brasile e Colombia sono ai vertici mondiali dello sviluppo della produzione di nuova energia eolica. In Cile e Argentina, dove l’energia eolica viene combinata col solare, si conta di ridurre il costo dell’idrogeno verde a 1.5-1.6 US$/kg entro il 2030.

Il Sudamerica in prospettiva di fatto potrebbe diventare il maggior esportatore mondiale di “energia verde”, sempre che vi sia l’intenzione da parte dei rispettivi governi di proseguire a garantire programmi di sviluppo autonomo escludendo egoistici interessi da parte di multinazionali straniere.

Si sta scrivendo una pagina miliare sull’alternativa alle fonti fossili, proprio con l’idrogeno green, partendo dal Sudamerica e con l’Italia che sta facendo da apripista e da collegamento fra l’Europa ed i Paesi africani.

Nave Vespucci a Buenos Aires

Vedi il video completo sul nostro canale Youtube

Italiani all’estero: semplificare il rientro

di Aldo Aledda L’Italia ha un grave problema, in verità ne ha molti, ma quello dell’invecchiamento della popolazione è tra i più urgenti. Anche perché mette il dito nella piaga dell’esodo della generazione più giovane  all’estero. Così il Paese si svuota delle...

Colloquio Con Onorevole Andrea Di Giuseppe

Apri e vedi il video completo

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

Catania scuola e cultura: da Micio Tempio al Cardinale Sdummet

A Catania, come abbiamo più volte ricordato, sono nati o hanno vissuto diversi importanti autori della letteratura italiana, ma quelli a cui i catanesi tengono in modo particolare sono Micio Tempio e Vitaliano Brancati.  Il primo, in verità, è più noto per le...

Catania meteorologica: ‘a oria, ‘u vilenu, ‘u straventu… 

Buona domenica a tutti. Catania è una città che passa alla storia non solo per essere patria di illustri musicisti, di importanti letterati, di insigni scienziati, ma anche per aver dato i natali a Filippo Eredia, che è stato un famoso geofisico, un meteorologo e un...

A Catania, alle 21, le polpette sono ancora cavalli 

A Catania, come in molte altre città del Sud, soprattutto d'estate, si ha l'abitudine di cenare molto tardi, quando la temperatura è più mite.  Nel capoluogo etneo, infatti, alle 21, i puppetti su ancora cavaddi, nel senso che a quell'ora la carne equina...

IL PRESIDENTE MILEI A ROMA

In occasione del suo primo viaggio all’estero, il presidente Milei si è recato prima in Israele, per riaffermare solidarietà e vicinanza dopo l’aggressione e strage di Hamas del 7 ottobre 2023) e successivamente a Roma. L’occasione è stata data dalla Canonizzazione di...

Che bella Catania ca’ chiù sta e chiù bella addiventa 

Non c'è alcun dubbio che Catania sia la più importante "città palcoscenico" del mondo, forse per questa ragione trovarne qualcuno libero e a costi accettabili è difficile, quasi impossibile, nonostante ve ne siano parecchi.  Catania è la patria di Verga, per la...

Le bellezze e le stranezze di Catania

Catania è una città straordinaria, è la patria di Bellini, di Verga, di Martoglio, di Musco e di tanti altri artisti, ma è anche la città dove le buche stradali, che si dividono in epoche geologiche ed archeologiche, vengono mantenute nelle condizioni in cui si...

Italiani all’estero: semplificare il rientro

di Aldo Aledda L’Italia ha un grave problema, in verità ne ha molti, ma quello dell’invecchiamento della popolazione è tra i più urgenti. Anche perché mette il dito nella piaga dell’esodo della generazione più giovane  all’estero. Così il Paese si svuota delle...

leggi tutto

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

leggi tutto

A Catania, alle 21, le polpette sono ancora cavalli 

A Catania, come in molte altre città del Sud, soprattutto d'estate, si ha l'abitudine di cenare molto tardi, quando la temperatura è più mite.  Nel capoluogo etneo, infatti, alle 21, i puppetti su ancora cavaddi, nel senso che a quell'ora la carne equina...

leggi tutto

IL PRESIDENTE MILEI A ROMA

In occasione del suo primo viaggio all’estero, il presidente Milei si è recato prima in Israele, per riaffermare solidarietà e vicinanza dopo l’aggressione e strage di Hamas del 7 ottobre 2023) e successivamente a Roma. L’occasione è stata data dalla Canonizzazione di...

leggi tutto

Le bellezze e le stranezze di Catania

Catania è una città straordinaria, è la patria di Bellini, di Verga, di Martoglio, di Musco e di tanti altri artisti, ma è anche la città dove le buche stradali, che si dividono in epoche geologiche ed archeologiche, vengono mantenute nelle condizioni in cui si...

leggi tutto

Catania la festa di Sant’Agata

Si celebra a Catania la festa di Sant'Agata, la terza al mondo per dimensione e numero di fedeli. Sant'Agata, però, non è solo culto, anche se lo è soprattutto; non è solo fede, anche se i fedeli sono in tutto il mondo; non è solo rito, anche se muove una ferrea...

leggi tutto

POLIS, RIMINI, FASHION INSOSTENIBILE

LA REDAZIONE DI POLIS A RIMINI PER ECOMONDOL’industria del tessile, oggi per come è, non è sostenibile, inquina e consuma troppo, produce scarti che non si riciclano e ha generato una macchina del consumo che aumenta ogni anno di più i beni prodotti e distribuiti. E...

leggi tutto

LA POLITICA DEL CARCIOFO, AL CONTRARIO

di Diego Castagno Torino è di nuovo la capitale dell’auto. Stavolta della rottamazione, del riciclo e del recupero. E Mirafiori è di nuovo il simbolo della nuova industria green e circolare. Comunque la si possa pensare. E anticipa una tendenza che potrebbe essere del...

leggi tutto

COP 28 :    DIREZIONE GIUSTA VELOCITA BASSA

Ad un mese dalla conclusione dei lavori di COP28,  non mi schiero con chi sostiene essere stato un totale fallimento, dalla scelta del posto, dal numero di lobbisti pro fossil iscritti o ai risultati o non risultati ottenuti;  non mi schiero neanche con...

leggi tutto

La speranza è un rischio da correre

La criminale e sanguinaria aggressione ad Israele, preparata da anni, non si concluderà in brevissimo tempo, ma vivere significa non rassegnarsi e trovare soluzioni alle tragedie DI GIUSEPPE SCANNI Non sempre il tempo è un Dio benigno; secondo Shakespeare è un “vorace...

leggi tutto

Argentina: un nuovo capitolo di storia

Di Bobo Craxi Come annunciato  Xavier Milei eletto con un forte suffragio dai cittadini argentini ha avviato il suo piano di riforme di impronta ultra liberista condito con l’imperativo della “necessità” ed “urgenza” come recita il Decreto che é sottoposto al...

leggi tutto