Grande Fratello stasera in tv, Perla entra nella Casa? Mirko si confessa

(Adnkronos) – Nuova puntata del Grande Fratello 2023 in onda questa sera, mercoledì 15 novembre, e non domani come avvenuto ogni giovedì finora. Se in nomination ci sono Grecia, Beatrice, Anita, Rosy, Massimiliano e Ciro, nella Casa a tenere banco è però l'ingresso di una nuova concorrente. Si tratta di Perla, ex di Mirko, sicura nuova inquilina fermata solo dal Covid che ne ha ritardato l'arrivo. E proprio il prossimo ingresso di Perla è al centro di una riflessione di Mirko, che confessa in salotto a Vittorio i sentimenti provati dopo il confronto con la ex fidanzata. Il ragazzo, manifestando apertamente la sua gioia, si dice molto soddisfatto: “Vederla tranquilla con gli occhi sereni mi ha fatto piacere” dichiara facendo riferimento alle dolci parole che si sono dedicati. “Abbiamo capito che nessuno dei due era sbagliato”, continua facendo riferimento alla loro relazione. Mirko pensa e ripensa al loro incontro e ammette di aver visto in Perla una nuova luce, una donna matura, misurata e con più consapevolezze: “Per me se una persona è importante rimane importante, se è felice io sono felice per lei”, esclama, condividendo il suo stato d'animo. Il ragazzo riconosce che tra loro ci sarà sempre un qualcosa a unirli, d'altronde, la loro storia, tra alti e bassi, li ha legati per molti anni. Vittorio ascolta il suo compagno esporre le sue emozioni e si congratula con entrambi per aver dato spazio ai loro sentimenti con maturità e rispetto. Del resto il confronto con Perla sembra aver suscitato in Mirko non poche emozioni. Ancora piuttosto pensieroso, infatti, al termine dell'ultima diretta il concorrente ha deciso di isolarsi in giardino e si è lasciato andare ad un momento di lacrime e riflessioni in compagnia di Giuseppe. L'imprenditore ha spiegato di essere dispiaciuto per Greta in quanto teme che questa sua reazione possa infastidirla. Nonostante ciò, però, confessa di essersi emozionato così tanto soprattutto perché non pensava che – dopo quanto accaduto nel corso dei mesi precedenti – tra lui e Perla ci fosse ancora così tanto affetto e stima reciproca. “Sono cresciuto con Perla”, esclama e, pronto a giustificare le sue lacrime, aggiunge: "Io mi emoziono perché sono cose belle, ripenso a quello che siamo stati”. Tenendo molto a entrambe le ragazze, però, Mirko ammette di essere dispiaciuto per i loro numerosi scontri avvenuti sui social e si augura che presto le due possano mettere da parte le loro incomprensioni, anche grazie al suo aiuto: "A me fa del male” afferma. “Ho sbagliato io a non saper gestire alcune situazioni, ma a me piace trovare il modo giusto per poter risolvere le cose”, dice. Dopo aver ascoltato il discorso del suo coinquilino, Giuseppe si è complimentato con lui per il modo in cui è riuscito a gestire la situazione e, soprattutto, per le splendide parole che ha rivolto alla sua ex fidanzata. “Essere nemici e portare rancore non ha senso", ha spiegato. Ad aggiungersi alla conversazione è stato anche Mughini il quale, avendo apprezzato molto il suo intervento, commenta: “Hai fatto un'ottima figura”. Perla diventerà quindi una concorrente di Grande Fratello, ma prima di iniziare questa avventura, la ragazza è torata a dover chiarire alcuni punti con il suo ex fidanzato. I due ragazzi hanno vissuto un'intensa storia d'amore, durata circa quattro anni, iniziata a Rieti e proseguita tra convivenze, periodi di lontananza e poi la prova nel programma Temptation Island voluta dalla ragazza per testare il loro rapporto. Una prova che, però, non è stata superata, dal momento che sull'isola delle tentazioni Mirko si è innamorato di Greta. Qui il ragazzo aveva espresso un pensiero tagliente: "Lei non è la persona che può stare accanto a me". Durante le ultime puntate, Perla ha più volte commentato gli incontri tra Greta e il suo ex fidanzato e Alfonso Signorini chiedeva alla ragazza un'opinione a caldo e spiegava di non avere un'idea chiara sul futuro della coppia. "Forse in lei ha trovato la dolcezza che mancava a me, forse io sono entrata in un loop che mi spingeva a trattarlo in un modo che non meritava", ammetteva la ragazza. Secondo l'opinione della Casa, tra Greta e Perla la prima è troppo soggetta ai giudizi esterni, mentre la seconda vorrebbe cavalcare l'onda di questa relazione per avere visibilità, c'è chi crede anche che fra Perla e Mirko la relazione non sia del tutto finita. Secondo Mirko, però, protagonista di questo rapporto, l'amore per Perla è stato forte: "Sarà una persona sempre presente nella mia vita" affermava, ma certamente vorrebbe concentrarsi sulla relazione con Greta. Dopo l'intervista a Perla e dopo uno scambio di opinioni tra i concorrenti, Mirko è chiamato quindi a un confronto diretto con la sua ex fidanzata. "Volevo rassicurarti, sono andata oltre la nostra relazione e ti assicuro che penso al mio futuro" inizia Perla, spiegando che le storie pubblicate sui social sono stato un modo per rispondere alle continue provocazioni subite. "Non ho bisogno di visibilità e tu lo sai, ti ho scritto una lettera con il cuore. L'hai percepita in modo sbagliato, non voglio tornare con te, ti riconosco nella mia quotidianità, volevo spronarti", conclude così. È il momento di Mirko che con sincerità afferma di aver apprezzato le parole che la ragazza gli ha scritto in quella lettera: "Mi hai dato tanta forza. Mi dispiace che ci sia questa guerra e questi scambi inutili", riferendosi alle schermaglie che nascono al di fuori della Casa.  Il concorrente spiega che la loro storia d'amore si sia esaurita perché l'uno feriva l'altra e nessuno dei due riusciva a mettere un punto. Tanti sono stati i tentativi di riparare agli errori commessi, ma non sono stati sufficienti. "Non mi aspettavo che lui provasse tanto amore per un'altra persona in così poco tempo", tuona Perla e a questo il concorrente replica che l'amore per Greta è cresciuto piano, non come una fiamma repentina, e con esso anche la sua libertà. In conclusione, Perla ammette di aver fatto tanti errori e a oggi, forse, non commetterebbe gli stessi sbagli che l'hanno portata a ferire il suo ex ragazzo. Entrambi si commuovono, ripensando al bene che si vogliono, lacrime di sincero bene. —spettacoliwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Nave Vespucci a Buenos Aires

Vedi il video completo sul nostro canale Youtube

Italiani all’estero: semplificare il rientro

di Aldo Aledda L’Italia ha un grave problema, in verità ne ha molti, ma quello dell’invecchiamento della popolazione è tra i più urgenti. Anche perché mette il dito nella piaga dell’esodo della generazione più giovane  all’estero. Così il Paese si svuota delle...

Colloquio Con Onorevole Andrea Di Giuseppe

Apri e vedi il video completo

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

Catania scuola e cultura: da Micio Tempio al Cardinale Sdummet

A Catania, come abbiamo più volte ricordato, sono nati o hanno vissuto diversi importanti autori della letteratura italiana, ma quelli a cui i catanesi tengono in modo particolare sono Micio Tempio e Vitaliano Brancati.  Il primo, in verità, è più noto per le...

Catania meteorologica: ‘a oria, ‘u vilenu, ‘u straventu… 

Buona domenica a tutti. Catania è una città che passa alla storia non solo per essere patria di illustri musicisti, di importanti letterati, di insigni scienziati, ma anche per aver dato i natali a Filippo Eredia, che è stato un famoso geofisico, un meteorologo e un...

A Catania, alle 21, le polpette sono ancora cavalli 

A Catania, come in molte altre città del Sud, soprattutto d'estate, si ha l'abitudine di cenare molto tardi, quando la temperatura è più mite.  Nel capoluogo etneo, infatti, alle 21, i puppetti su ancora cavaddi, nel senso che a quell'ora la carne equina...

IL PRESIDENTE MILEI A ROMA

In occasione del suo primo viaggio all’estero, il presidente Milei si è recato prima in Israele, per riaffermare solidarietà e vicinanza dopo l’aggressione e strage di Hamas del 7 ottobre 2023) e successivamente a Roma. L’occasione è stata data dalla Canonizzazione di...

Che bella Catania ca’ chiù sta e chiù bella addiventa 

Non c'è alcun dubbio che Catania sia la più importante "città palcoscenico" del mondo, forse per questa ragione trovarne qualcuno libero e a costi accettabili è difficile, quasi impossibile, nonostante ve ne siano parecchi.  Catania è la patria di Verga, per la...

Le bellezze e le stranezze di Catania

Catania è una città straordinaria, è la patria di Bellini, di Verga, di Martoglio, di Musco e di tanti altri artisti, ma è anche la città dove le buche stradali, che si dividono in epoche geologiche ed archeologiche, vengono mantenute nelle condizioni in cui si...

Italiani all’estero: semplificare il rientro

di Aldo Aledda L’Italia ha un grave problema, in verità ne ha molti, ma quello dell’invecchiamento della popolazione è tra i più urgenti. Anche perché mette il dito nella piaga dell’esodo della generazione più giovane  all’estero. Così il Paese si svuota delle...

leggi tutto

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

leggi tutto

A Catania, alle 21, le polpette sono ancora cavalli 

A Catania, come in molte altre città del Sud, soprattutto d'estate, si ha l'abitudine di cenare molto tardi, quando la temperatura è più mite.  Nel capoluogo etneo, infatti, alle 21, i puppetti su ancora cavaddi, nel senso che a quell'ora la carne equina...

leggi tutto

IL PRESIDENTE MILEI A ROMA

In occasione del suo primo viaggio all’estero, il presidente Milei si è recato prima in Israele, per riaffermare solidarietà e vicinanza dopo l’aggressione e strage di Hamas del 7 ottobre 2023) e successivamente a Roma. L’occasione è stata data dalla Canonizzazione di...

leggi tutto

Le bellezze e le stranezze di Catania

Catania è una città straordinaria, è la patria di Bellini, di Verga, di Martoglio, di Musco e di tanti altri artisti, ma è anche la città dove le buche stradali, che si dividono in epoche geologiche ed archeologiche, vengono mantenute nelle condizioni in cui si...

leggi tutto

Catania la festa di Sant’Agata

Si celebra a Catania la festa di Sant'Agata, la terza al mondo per dimensione e numero di fedeli. Sant'Agata, però, non è solo culto, anche se lo è soprattutto; non è solo fede, anche se i fedeli sono in tutto il mondo; non è solo rito, anche se muove una ferrea...

leggi tutto

POLIS, RIMINI, FASHION INSOSTENIBILE

LA REDAZIONE DI POLIS A RIMINI PER ECOMONDOL’industria del tessile, oggi per come è, non è sostenibile, inquina e consuma troppo, produce scarti che non si riciclano e ha generato una macchina del consumo che aumenta ogni anno di più i beni prodotti e distribuiti. E...

leggi tutto

LA POLITICA DEL CARCIOFO, AL CONTRARIO

di Diego Castagno Torino è di nuovo la capitale dell’auto. Stavolta della rottamazione, del riciclo e del recupero. E Mirafiori è di nuovo il simbolo della nuova industria green e circolare. Comunque la si possa pensare. E anticipa una tendenza che potrebbe essere del...

leggi tutto

COP 28 :    DIREZIONE GIUSTA VELOCITA BASSA

Ad un mese dalla conclusione dei lavori di COP28,  non mi schiero con chi sostiene essere stato un totale fallimento, dalla scelta del posto, dal numero di lobbisti pro fossil iscritti o ai risultati o non risultati ottenuti;  non mi schiero neanche con...

leggi tutto

La speranza è un rischio da correre

La criminale e sanguinaria aggressione ad Israele, preparata da anni, non si concluderà in brevissimo tempo, ma vivere significa non rassegnarsi e trovare soluzioni alle tragedie DI GIUSEPPE SCANNI Non sempre il tempo è un Dio benigno; secondo Shakespeare è un “vorace...

leggi tutto

Da Stresa e da Laveno

verso la cima dei monti Mottarone e Sasso del Ferro Il Mottarone e il monte Sasso del Ferro si guardano dalle due sponde opposte, quella piemontese e quella lombarda del lago Maggiore. Dalle due vette, che sovrastano Stresa e Laveno, si ammira lo stesso paesaggio: la...

leggi tutto