Elezioni, Csel: “Al via a dicembre simulazione voto online per italiani all’estero”

(Adnkronos) – Tra poco più di due settimane, il 13 e 14 dicembre, un campione di italiani all’estero, che vivono o si trovano temporaneamente in alcune circoscrizioni consolari di Paesi dell'Unione europea, sarà coinvolto in una simulazione di voto online. L’operazione non produrrà alcun effetto in termini elettorali, posto che non è collegata a una vera consultazione, ma sarà un importante banco di prova per una modalità di partecipazione al voto che è destinata ad affiancare la classica crocetta apposta sulla scheda all’interno della cabina elettorale. Come indicato dalla Commissione Ue nella Comunicazione Com (2021) 118 final '2030 Digital Compass: the European way for the Digital Decade', entro il 2030, tutti gli Stati membri dovranno, infatti, essersi attivati per far sì che la vita democratica e i servizi pubblici online siano completamente accessibili a tutti, anche alle persone con mobilità ridotta. Una delle modalità indicate da Bruxelles per rendere possibile il raggiungimento di questo obiettivo, è proprio la diffusione del voto elettronico. Se tutto filerà liscio nel corso della simulazione di dicembre, il ministero dell’Interno si attiverà per passare alla fase due, ovvero la sperimentazione del sistema di voto e scrutinio elettronico in un vero evento elettorale, che abbia valore legale. Ma i nostri Comuni sono pronti a fare la propria parte in questo processo di digitalizzazione delle elezioni? A porsi l'interrogativo Csel (Centro studi enti locali), in un'elaborazione per Adnkronos: "Impossibile dirlo con certezza – avverte – ma, se si guarda alla lentezza con la quale si sta procedendo nella mera dematerializzazione delle liste elettorali, sorge più di un dubbio". 
Ad oggi, risultano autorizzati 5.500 Comuni, pari a circa il 70% del totale, tra i quali la totalità dei capoluoghi di regione e la grandissima maggioranza dei Comuni capoluogo di provincia. Oltre 22 milioni di euro complessivi sono volti a finanziare contributi a questo scopo che variano dai 1.683,60 euro per i Comuni con massimo 2.500 abitanti fino ai 16.836 euro destinate agli enti con più di 250mila residenti.
 Gli appelli del Viminale perché gli enti locali si affrettino a dematerializzare i processi di tenuta e aggiornamento delle liste cartacee, sostituendole con quelle digitali, si susseguono da oltre tre anni. L’ultimo, in ordine di tempo risale al 2 novembre scorso, data alla quale risultavano inadempienti ancora 2.400 Comuni, poco meno di uno su tre. Quelli che stentano di più a sganciarsi dalla tradizionale lista stampata sono i piccoli Comuni. Stando alle informazioni diffuse dal ministero dell’Interno, infatti, hanno compiuto il percorso di dematerializzazione i capoluoghi di regione e la grandissima maggioranza di quelli di provincia, mentre faticano a stare al passo gli enti meno strutturati.  Come ribadito dal Viminale, nel suo ennesimo invito alla collaborazione rivolto agli enti locali, la realizzazione del progetto in questione porterebbe ad ogni Comune importanti vantaggi, sia dal punto di vista organizzativo che in termini di risparmi di spesa. Se venisse limitato l’utilizzo del formato cartaceo solo in occasione dello svolgimento delle consultazioni elettorali o referendarie, le operazioni di aggiornamento del corpo elettorale sarebbero più semplici e rapide, risulterebbero alleggeriti gli adempimenti che gravano sugli uffici elettorali comunali e sulle commissioni e sottocommissioni elettorali circondariali e si abbasserebbero i costi di gestione. Sempre in tema elezioni e digitale, c’è un’altra scadenza ravvicinata che incombe sui Comuni. Entro il prossimo 31 dicembre i Comuni dovranno inserire nell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr) i dati contenuti nelle liste elettorali e quelli relativi all'iscrizione nelle liste di sezione. Per supportare gli enti in questo processo, sono stati stanziati anche degli specifici contributi, finanziati dal fondo complementare al Pnrr. Gli importi che potevano essere richiesti variano a seconda della dimensione demografica dell’ente. Per i 4.047 Comuni che hanno fino a 2.500 abitanti, è stato previsto un contributo una tantum di 1.683,60 euro. Per i 1.488 Comuni ricompresi nella fascia che va da 2.501 a 5mila residenti, sono stati previsti contributi da 2.806 euro, per i 1.860 enti che hanno tra i 5.001 e i 20mila abitanti, l’ammontare era 3.928,40 euro, contro i 6.173,20 destinati alla fascia 20.001-50.000 residenti e i 16.836 euro riservati alle grandi città con più di 250mila abitanti. La simulazione del voto elettronico che si svolgerà tra le 8.00 di mercoledì 13 e le 20.00 di giovedì 14 dicembre 2023, si baserà sull’autenticazione degli elettori, l’espressione del voto e la raccolta dei risultati dello scrutinio attraverso la piattaforma web 'Portale E-vote', realizzata dal dipartimento per gli Affari interni e territoriali del Viminale in collaborazione il ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, il dipartimento per la Trasformazione digitale della presidenza del Consiglio dei ministri, Agid, Agenzia per la Cybersicurezza e ministero della Giustizia. Alla piattaforma potranno accedere gli iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero e i cittadini italiani temporaneamente presenti (per motivi di lavoro, studio o cure mediche) nelle circoscrizioni consolari coinvolte nella simulazione, che siano in possesso di una identità digitale (Cie, Spid o Cns). Il voto sarà espresso tramite una web application, a cui l’elettore può accedere con qualsiasi dispositivo digitale collegato alla rete internet che sia dotato di uno dei browser più diffusi. In alternativa, i soggetti coinvolti dalla simulazione potranno votare in apposite postazioni elettroniche ubicate al di fuori dei locali adibiti ad ufficio elettorale di sezione. In Italia, qualcosa di simile a quest’ultima modalità è già stata sperimentata, sebbene in un’area circoscritta del Paese. Nel 2017, infatti, in occasione referendum regionale sul regionalismo differenziato veneto-lombardo, furono messe a disposizione degli elettori, all’interno delle cabine elettorali, delle 'voting machine': dispositivi simili a tablet attraverso i quali potevano essere espresse le proprie preferenze. Quella è stata la prima sperimentazione italiana del voto elettronico e dello scrutinio digitale ma non del voto a distanza, perché che gli unici dispositivi abilitati per partecipare al referendum erano fisicamente localizzati nei seggi elettorali e non era quindi possibile votare collegandosi, ad esempio, con il proprio pc da casa. L’unico precedente, sul fonte del voto da remoto, risale invece al 3 dicembre 2021. In occasione dell’elezione dei Comitati degli italiani all’estero, 7.756 elettori residenti in nove sedi diplomatico-consolari, e iscritti nell’elenco degli elettori per le elezioni dei Comites, hanno potuto esprimere il loro voto anche in modalità digitale, per mezzo dello Spid di secondo livello.  —politicawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

LA MACCHINA CHE FUNZIONA DA SÉ (IVAN ILLICH E IL VASO DI PANDORA)

di Francesco Monico “La nostra società assomiglia a quella macchina insuperabile che ho visto una volta a New York in un negozio di giocattoli. Era uno scrigno metallico, che, premendo un pulsante, si apriva per mostrare una mano meccanica le cui dita cromate si...

POLIS, RIMINI, FASHION INSOSTENIBILE

LA REDAZIONE DI POLIS A RIMINI PER ECOMONDOL’industria del tessile, oggi per come è, non è sostenibile, inquina e consuma troppo, produce scarti che non si riciclano e ha generato una macchina del consumo che aumenta ogni anno di più i beni prodotti e distribuiti. E...

LA POLITICA DEL CARCIOFO, AL CONTRARIO

di Diego Castagno Torino è di nuovo la capitale dell’auto. Stavolta della rottamazione, del riciclo e del recupero. E Mirafiori è di nuovo il simbolo della nuova industria green e circolare. Comunque la si possa pensare. E anticipa una tendenza che potrebbe essere del...

Agevolazioni fiscali per chi rientra dall’estero

Il requisito della residenza fiscale Il TUIR, “Testo unico delle imposte sui redditi”, all’articolo 2, comma 2, considera residenti in Italia le persone fisiche che per la maggior parte del periodo d’imposta, (183 giorni o 184 giorni se l'anno è...

FRITTATA DI MACCHERONI

La cucina Napoletana a cura di Fabrizia Cusani INGREDIENTI 400 g di spaghetti di grano duro 500-600 g di pomodori da sugo 4 uova2 spicchi di aglio2 cucchiai di parmigiano olio extravergine di oliva sale PREPARAZIONE In una padella fate rosolare 2 spicchi di aglio...

SPEZZATINO DI CONIGLIO CON LE CASTAGNE

LA CUCINA TRADIZIONALE DELLA TUSCIA 1,5 kg di coniglio spellato500 g di castagne1 cipolla1 carota1 costa di sedano2 foglie di salvia1 rametto di rosmarinofiori di finocchio selvaticobrodo di carnevinoolio extravergine di olivasale e pepe INGREDIENTI (PER 6 PERSONE)...

TRIPPA ALLA PAPALINA

Di Mario Pacelli INGREDIENTI (PER 4-6 PERSONE) 1 kg di trippa già cotta400 g di pomodori pelati1 spicchio di aglio1 cipolla1 costa di sedano1 carotamenta romanapeperoncinoolio extravergine di oliva sale PREPARAZIONE Acquistate la trippa già cotta e pulita,...

PASTA E CECI

Di FABRIZIA CUSANI INGREDIENTI 200 g di tagliatelle all’uovo spezzettate 400 g di ceci secchi di Onano5 spicchi di aglio2 rametti di rosmarino parmigiano grattugiato2 peperoncini bicarbonatoolio extravergine di oliva Olio Felicesale PREPARAZIONE Mettete a bagno i ceci...

Corsi Universitari Online

E’ in corso di perfezionamento un accordo tra LA DUMAX SA, per conto delle nostre sedi di PATRONATO SUDAMERICA e la IUL, Università Telematica degli Studi. L’Università Telematica degli Studi IUL è un ateneo online che rilascia titoli riconosciuti dal MUR (Ministero...

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

leggi tutto

POLIS, RIMINI, FASHION INSOSTENIBILE

LA REDAZIONE DI POLIS A RIMINI PER ECOMONDOL’industria del tessile, oggi per come è, non è sostenibile, inquina e consuma troppo, produce scarti che non si riciclano e ha generato una macchina del consumo che aumenta ogni anno di più i beni prodotti e distribuiti. E...

leggi tutto

LA POLITICA DEL CARCIOFO, AL CONTRARIO

di Diego Castagno Torino è di nuovo la capitale dell’auto. Stavolta della rottamazione, del riciclo e del recupero. E Mirafiori è di nuovo il simbolo della nuova industria green e circolare. Comunque la si possa pensare. E anticipa una tendenza che potrebbe essere del...

leggi tutto

Agevolazioni fiscali per chi rientra dall’estero

Il requisito della residenza fiscale Il TUIR, “Testo unico delle imposte sui redditi”, all’articolo 2, comma 2, considera residenti in Italia le persone fisiche che per la maggior parte del periodo d’imposta, (183 giorni o 184 giorni se l'anno è...

leggi tutto

FRITTATA DI MACCHERONI

La cucina Napoletana a cura di Fabrizia Cusani INGREDIENTI 400 g di spaghetti di grano duro 500-600 g di pomodori da sugo 4 uova2 spicchi di aglio2 cucchiai di parmigiano olio extravergine di oliva sale PREPARAZIONE In una padella fate rosolare 2 spicchi di aglio...

leggi tutto

SPEZZATINO DI CONIGLIO CON LE CASTAGNE

LA CUCINA TRADIZIONALE DELLA TUSCIA 1,5 kg di coniglio spellato500 g di castagne1 cipolla1 carota1 costa di sedano2 foglie di salvia1 rametto di rosmarinofiori di finocchio selvaticobrodo di carnevinoolio extravergine di olivasale e pepe INGREDIENTI (PER 6 PERSONE)...

leggi tutto

TRIPPA ALLA PAPALINA

Di Mario Pacelli INGREDIENTI (PER 4-6 PERSONE) 1 kg di trippa già cotta400 g di pomodori pelati1 spicchio di aglio1 cipolla1 costa di sedano1 carotamenta romanapeperoncinoolio extravergine di oliva sale PREPARAZIONE Acquistate la trippa già cotta e pulita,...

leggi tutto

PASTA E CECI

Di FABRIZIA CUSANI INGREDIENTI 200 g di tagliatelle all’uovo spezzettate 400 g di ceci secchi di Onano5 spicchi di aglio2 rametti di rosmarino parmigiano grattugiato2 peperoncini bicarbonatoolio extravergine di oliva Olio Felicesale PREPARAZIONE Mettete a bagno i ceci...

leggi tutto

Corsi Universitari Online

E’ in corso di perfezionamento un accordo tra LA DUMAX SA, per conto delle nostre sedi di PATRONATO SUDAMERICA e la IUL, Università Telematica degli Studi. L’Università Telematica degli Studi IUL è un ateneo online che rilascia titoli riconosciuti dal MUR (Ministero...

leggi tutto

Italiani in Sud America. 

Francesca de Natale: “per i diritti dei Residenti Italiani”  In America del Sud si portano avanti i progetti annunciati in campagna elettorale.              Dando seguito a quanto auspicato in campagna...

leggi tutto

Corsa all’oro e blue jeans: 170 anni di dollari

di Marco Nese Negli Stati Uniti ci sono strade leggendarie. La Route 49 è una di queste. Serpeggia tortuosa lungo la base della Sierra Nevada, in mezzo a boschi e laghetti (in America le strade con numeri dispari corrono sulla direttrice nord-sud, mentre quelle...

leggi tutto

Per un Manifesto Culturale della Space Economy

DI MARCO PANELLA Immaginate lo stupore.Siamo nel 1958, l’Italia del boom economico è in movimento, sono passati solo pochi mesi da quando i russi hanno mandato in orbita lo Sputnik I e, subito a seguire, lo Sputnik II con a bordo Laika, la cagnetta...

leggi tutto

La cucina ai tempi di Dante

Di LORENA FIORINI Il rapporto di Dante con il cibo L’Alighieri non aveva un buon rapporto con il cibo, in genere lo impiegava nelle metafore, quando si esprimeva in argomenti nobili. Le opinioni di Dante in relazione alla fame e al cibo non erano coinvolte nel mondo...

leggi tutto

Giubileo 2025: il Logo

Il Logo rappresenta quattro figure stilizzate per indicare l’umanità proveniente dai quattro angoli della terra. Sono una abbracciata all’altra, per indicare la solidarietà e fratellanza che deve accomunare i popoli. Si noterà che l’apri-fila è aggrappato alla croce....

leggi tutto

Napoli e Argentina un amore lungo 40 anni

La storia tra Italia ed Argentina è da sempre ricca di contenuti e valori. Sono due popoli accomunati dall’amore verso la propria terra ed attraversate da una serie di ingiustizie che hanno forgiato il carattere e le manifestazioni degli uomini e donne che abitano...

leggi tutto

Ponte sullo stretto : la legge è operativa

Il governo Meloni, coerentemente con il suo programma elettorale e grazie alla determinazione del Ministro Salvini, ha approvato in Consiglio dei Ministri il testo del Decreto Ponte per l’attraversamento stabile dello Stretto di Messina. Il Presidente Mattarella ha...

leggi tutto