Che bella Catania ca’ chiù sta e chiù bella addiventa 

Non c’è alcun dubbio che Catania sia la più importante “città palcoscenico” del mondo, forse per questa ragione trovarne qualcuno libero e a costi accettabili è difficile, quasi impossibile, nonostante ve ne siano parecchi. 

Catania è la patria di Verga, per la letteratura, di Bellini, per la musica, di Musco Grasso e Martoglio per il teatro e di tante altre importanti personalità nei vari campi. 

Insomma, potremmo certamente dire che Catania, in quanto a tali generi di meravigliose arti, è davvero “Idonea” (Gilberto), proprio perché ha una tradizione di “Ferro” (Turi). 

Per questo il suo Municipio potrebbe essere Battiato (Franco), anche senza andare in chiesa, potendo essere definito come il luogo più spettacolare del mondo. 

A Catania è attore chiunque, forse è il motivo per cui ci facciamo imbonire da un manipolo di “teatranti” maldestramente applicati alla cosa pubblica. 

È attore il salumiere, a cui chiediamo se il prosciutto è buono, che ovviamente ci risponde che se non lo fosse non ce lo darebbe e noi ci crediamo.

È attore il pescivendolo che ci mette in bocca un gamberetto freschissimo, obbligandoci a prenderne almeno ‘nquattruni.

È attore il panettiere che prova a venderci più pane del necessario, perché così ci diventa duro e chissà a cosa si pensa che ci si voglia riferire.

È attore il macellaio, che è capace di leggere il peso della bilancia, mentre la lancetta oscilla ancora tra mezzo chilo e un chilo e mezzo.

È attore il fruttivendolo che ci vende l’uva zuccarata e due banane, così una possiamo anche mangiarla. 

A Catania è attore chi ci vende il “ghiaccio fresco” e chi ‘u muluni ca’ prova. 

A Catania quando si gode al massimo, offrendo alla vita il meglio di sé, ci stamu motti motti, mentre il pesce servitoci sul piatto è vivu vivu…

A Catania persino la pernacchia è un’arte, che ha raggiunto il massimo dei suoi livelli con il famoso Pippo Sala Roma, che delle sue particolari doti sonore ne aveva fatto una vera e propria professione molto richiesta da cittadini di ogni ceto ed età. 

A Catania, inciampare scendendo dall’autobus è un esercizio ginnico, per intrattenere e divertire il pubblico presente. Saziu a nuddu!

A Catania, chiunque disponga di una una lapa, cioè di un’Ape Piaggio, è un imprenditore del settore dei trasporti e chiunque venga a trovarci per provare a darcele di santa ragione “veni do mulinu”.

A Catania, il teatro di strada non si fa lungo le affollate vie della città, ma alle fermate dell’autobus, in banca o all’ufficio postale, mentre si comunica all’autista o all’impiegato che la moglie lo sta tradendo: è ‘ncunnutu!

A Catania, l’importanza e la qualità dei film western si misura in funzione del numero di morti e del numero di cavalli impiegati dai registi. Mentre se si tratta di altro genere di film tutto dipende dalla lunghezza e dal diametro. ‘U sapiti di chi si sta parrannu, non faciti i fissa!

A Catania, si va in ospedale a farsi le analisi se si ha il polistirolo ed i criceti alti, ma anche se si è avuto un attacco di pernice o un ics!  

A Catania, persino il guardone è un artista, perché: i’ cosi belli s’ana taliari. Ma attenti alle belle di tambureddu e alle belle di Palermo, che potrebbero riservarvi qualche sorpresa. 

Insomma, Catania, oltre ad essere la patria del barocco, ma anche la patria del tarocco, ovviamente quello a polpa pigmentata, è un vero teatro a cielo aperto, un luogo magico, unico al mondo, in cui la straordinaria sceneggiatura è stata scritta dal Padretermo in un momento di svago, mentre si scaldava con il cratere centrale dell’Etna e si rinfrescava alla Plaja. 

Dunque, dite ciò che volete, denigrate pure i catanesi, perché tanto loro, imperterriti,  castigat ridendo mores e soprattutto: invidioso crepa. 

di Salvo Fleres

Nave Vespucci a Buenos Aires

Vedi il video completo sul nostro canale Youtube

Italiani all’estero: semplificare il rientro

di Aldo Aledda L’Italia ha un grave problema, in verità ne ha molti, ma quello dell’invecchiamento della popolazione è tra i più urgenti. Anche perché mette il dito nella piaga dell’esodo della generazione più giovane  all’estero. Così il Paese si svuota delle...

Colloquio Con Onorevole Andrea Di Giuseppe

Apri e vedi il video completo

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

Catania scuola e cultura: da Micio Tempio al Cardinale Sdummet

A Catania, come abbiamo più volte ricordato, sono nati o hanno vissuto diversi importanti autori della letteratura italiana, ma quelli a cui i catanesi tengono in modo particolare sono Micio Tempio e Vitaliano Brancati.  Il primo, in verità, è più noto per le...

Catania meteorologica: ‘a oria, ‘u vilenu, ‘u straventu… 

Buona domenica a tutti. Catania è una città che passa alla storia non solo per essere patria di illustri musicisti, di importanti letterati, di insigni scienziati, ma anche per aver dato i natali a Filippo Eredia, che è stato un famoso geofisico, un meteorologo e un...

A Catania, alle 21, le polpette sono ancora cavalli 

A Catania, come in molte altre città del Sud, soprattutto d'estate, si ha l'abitudine di cenare molto tardi, quando la temperatura è più mite.  Nel capoluogo etneo, infatti, alle 21, i puppetti su ancora cavaddi, nel senso che a quell'ora la carne equina...

IL PRESIDENTE MILEI A ROMA

In occasione del suo primo viaggio all’estero, il presidente Milei si è recato prima in Israele, per riaffermare solidarietà e vicinanza dopo l’aggressione e strage di Hamas del 7 ottobre 2023) e successivamente a Roma. L’occasione è stata data dalla Canonizzazione di...

Le bellezze e le stranezze di Catania

Catania è una città straordinaria, è la patria di Bellini, di Verga, di Martoglio, di Musco e di tanti altri artisti, ma è anche la città dove le buche stradali, che si dividono in epoche geologiche ed archeologiche, vengono mantenute nelle condizioni in cui si...

Catania la festa di Sant’Agata

Si celebra a Catania la festa di Sant'Agata, la terza al mondo per dimensione e numero di fedeli. Sant'Agata, però, non è solo culto, anche se lo è soprattutto; non è solo fede, anche se i fedeli sono in tutto il mondo; non è solo rito, anche se muove una ferrea...

Italiani all’estero: semplificare il rientro

di Aldo Aledda L’Italia ha un grave problema, in verità ne ha molti, ma quello dell’invecchiamento della popolazione è tra i più urgenti. Anche perché mette il dito nella piaga dell’esodo della generazione più giovane  all’estero. Così il Paese si svuota delle...

leggi tutto

Un Appello per la Sostenibilità

Intervista con Luca Giovannini In una recente intervista, Luca Giovannini ha sollevato con forza il tema cruciale della sostenibilità, sottolineando l'importanza di adottare pratiche che mantengano l'equilibrio con la natura. Ha criticato l'uso pretenzioso del termine...

leggi tutto

A Catania, alle 21, le polpette sono ancora cavalli 

A Catania, come in molte altre città del Sud, soprattutto d'estate, si ha l'abitudine di cenare molto tardi, quando la temperatura è più mite.  Nel capoluogo etneo, infatti, alle 21, i puppetti su ancora cavaddi, nel senso che a quell'ora la carne equina...

leggi tutto

IL PRESIDENTE MILEI A ROMA

In occasione del suo primo viaggio all’estero, il presidente Milei si è recato prima in Israele, per riaffermare solidarietà e vicinanza dopo l’aggressione e strage di Hamas del 7 ottobre 2023) e successivamente a Roma. L’occasione è stata data dalla Canonizzazione di...

leggi tutto

Le bellezze e le stranezze di Catania

Catania è una città straordinaria, è la patria di Bellini, di Verga, di Martoglio, di Musco e di tanti altri artisti, ma è anche la città dove le buche stradali, che si dividono in epoche geologiche ed archeologiche, vengono mantenute nelle condizioni in cui si...

leggi tutto

Catania la festa di Sant’Agata

Si celebra a Catania la festa di Sant'Agata, la terza al mondo per dimensione e numero di fedeli. Sant'Agata, però, non è solo culto, anche se lo è soprattutto; non è solo fede, anche se i fedeli sono in tutto il mondo; non è solo rito, anche se muove una ferrea...

leggi tutto

POLIS, RIMINI, FASHION INSOSTENIBILE

LA REDAZIONE DI POLIS A RIMINI PER ECOMONDOL’industria del tessile, oggi per come è, non è sostenibile, inquina e consuma troppo, produce scarti che non si riciclano e ha generato una macchina del consumo che aumenta ogni anno di più i beni prodotti e distribuiti. E...

leggi tutto

LA POLITICA DEL CARCIOFO, AL CONTRARIO

di Diego Castagno Torino è di nuovo la capitale dell’auto. Stavolta della rottamazione, del riciclo e del recupero. E Mirafiori è di nuovo il simbolo della nuova industria green e circolare. Comunque la si possa pensare. E anticipa una tendenza che potrebbe essere del...

leggi tutto

COP 28 :    DIREZIONE GIUSTA VELOCITA BASSA

Ad un mese dalla conclusione dei lavori di COP28,  non mi schiero con chi sostiene essere stato un totale fallimento, dalla scelta del posto, dal numero di lobbisti pro fossil iscritti o ai risultati o non risultati ottenuti;  non mi schiero neanche con...

leggi tutto

La speranza è un rischio da correre

La criminale e sanguinaria aggressione ad Israele, preparata da anni, non si concluderà in brevissimo tempo, ma vivere significa non rassegnarsi e trovare soluzioni alle tragedie DI GIUSEPPE SCANNI Non sempre il tempo è un Dio benigno; secondo Shakespeare è un “vorace...

leggi tutto

Argentina: un nuovo capitolo di storia

Di Bobo Craxi Come annunciato  Xavier Milei eletto con un forte suffragio dai cittadini argentini ha avviato il suo piano di riforme di impronta ultra liberista condito con l’imperativo della “necessità” ed “urgenza” come recita il Decreto che é sottoposto al...

leggi tutto